Con Gheddafi, per Sempre!
Onore a Tripoli che R/Esiste!
Morte ai Topi, Zenga-Zenga!
@TerraeLiberAzione
200 miliziani armati hanno occupato la sede del Governo di Occupazione di Tripoli
Mathaba 2012/10/06

Il caos continua a regnare in Libia dato che il regime di occupazione ha perso il controllo di tutti gli angoli della nazione, cercando inutilmente di sferrare un attacco contro la citta di Bani Walid nella quale molte case espongono orgogliosamente la bandiera della Jamahiriya e con Benghazi, il più forte punto di supporto del regime fuorilegge, che ha dichiarato guerra contro Tripoli Dopo più di un anno dall’instaurazione delle forze crociate neo colonialiste e imperialiste a guida Americana il quartier generale di Tripoli non è ancora in grado di difendersi da attacchi. Almeno 200 miliziani da Zawia hanno fatto irruzione nel cosidetto Congresso Nazionale Generale per dare un chiaro avvertimento al regime sul fatto di non essere legittimato a governare.
Il popolo Libico vuole attivare il sistema dei Congressi Popolari che era divenuto corrotto negli ultimi anni a causa dell’imposizione del ritorno dei Cani Randagi nei ruoli di potere. Per Cani Randagi si intendono quei Libici a cui fu tolta la cittadinanza e furono costretti a vivere una indegna vita da ostili traditori sotto le cure di Gran Bretagna, Stati Uniti e altre potenze imperialiste. Dopo il compromesso impopolare raggiunto senza l’autorità del Popolo di mettere Cani Randagi in posti chiave sopra le teste delle Masse, la Jamahiriya si indebolì dall’interno.
Ora è il tempo di mettere da parte queste vicende e permettere di nuovo alle Masse Libiche di governare se stesse senza intermediari o rappresentanti attraverso la democrazia diretta dei Congressi Popolari e Comitati del Popolo. Tutti i prigionieri politici, che ammontano a circa 20000 unità, devono essere rilasciati incondizionatamente e la Jamahiriya restaurata con nuove nomine e senza la partecipazione di ratti e criminali. Questa è la posizione espressa dai Comitati Rivoluzionari: deve ritornare la Pace e l’Abbondanza in Libia, va rimossa qualunque forma di corruzione. L’occupazione del Congresso Nazionale Generale da parte di circa 200 persone armate da Zawia contrariate per la mancanza di Autorità Popolare ha avuto luogo Giovedì 4 Ottobre. L’azione contro il congresso dei ratti è avvenuta appena poco dopo che Mathaba ha trasmesso un avvertimento a riguardo il fatto che gli ufficiali del regime non sono in grado di garantire la propria protezione da attacchi della Resistenza della Jamahiriya supportata dalle Masse. Questa questione è chiara già da tempo, basta analizzare le dozzine di ufficiali e generali della Grande Alleanza Satanica uccisi per mano di Comitati Rivoluzionari.
A differenza dei falsi report trasmessi dai Media, il cosidetto Primo Ministro (ratto) Abu Shagur ha largamente consultato il suo seguito di ratti e i suoi amici stranieri prima di redigere la lista dei ministri proposti per il nuovo governo, lista ancora sospesa dato che il governo non è ancora in grado di formarsi. L’ultimo termine per la formazione del nuovo governo (ratto) di occupazione è stato fissato per il 7 di Ottobre ma questo termine non potrà essere rispettato con la conseguenza delle dimissioni di Abu Shagur e il fallimento del tentativo di rimpiazzare il “de jure” e “de facto” governo della Jamahiriya. Almeno 50 membri del Congresso Nazionale (ratto) hanno lasciato i lavori Mercoledì 3 Ottobre in segno di protesta verso la lista dei ministri presentata dal Primo Ministro. Centinaia di membri del cosidetto Congresso Nazionale hanno chiesto le dimissioni di Abu Shagur il quale aveva l’intenzione di far votare la lista del Gabinetto di Governo “Ministro per Ministro” ma , dato il generale clima di ostilità sembra deciso a cambiare tutti i nomi nell’ impossibile compito di riuscire a soddisfare allo stesso tempo Satana e il Popolo Libico.
Il P.M. Abushagar (ratto), per il quale la Resistenza della Jamahiriya prevede una speranza di vita inferiore a quella di un pollo, ha detto che è intenzionato a presentare una nuova lista nella giornata di oggi Sabato 6 Ottobre. Consultazioni tra i traditori del popolo Libico e il P.M. sono continuate fiono alle 3 del mattino di Mercoledì. Anche il Congresso si è riunito nella mattinata per continuare la discussione sulla crisi e per decidere quale tipo di votazione scegliere per dare la fiducia o no alla lista dei Ministri. Proprio durante questa discussione è avvenuta l’irruzione dei miliziani armati nonostante la forte presenza militare all’esterno del edificio che ospita il Congresso. Data l’impossibilità a continuare il dibattito per la presenza delle Masse Armate i membri del Congresso hanno deciso di posporre la discussione a data imprecisata. Molti membri del Congresso (ratto) hanno accusato il Primo Ministro “Eletto” e l’attuale PM Al Kib colpevoli del fatto di non avere “conoscenze” circa la reale situazione Libica (dato il fatto che hanno vissuto troppo tempo lontano dal Paese) ma hanno negato il fatto che Abu Shagur non abbia negoziato la lista dei ministri. “Si è quasi ucciso di consultazioni” ha dichiarato un membro del Congresso, aggiungendo che ogni corrente del Congresso ha suggerito il proprio nome per un totale di circa 500 nomi ! Uccidere se stessi è quello che Abu Shagur e altri Ratti dovrebbero fare hanno osservato analisti pro- Jamahiriya, e hanno predetto che questo avverrà a breve dato che le forze “Aliene” non riescono a proteggere l’elite dei propri servi.

G.C.S.E.
(Traduzione dell’articolo apparso in lingua Inglese su Mathaba.net Main Page )

Annunci