10881706_10202310365479544_4835014791711375385_n

LA SICILIA DEL TERZO MILLENNIO

OLTRE LO STATO, UNA CIVILTA’.

All’alba dell’Annozero, dopo averli sconfitti, Cesare riconosce immediatamente i diritti civili dei Galli e degli Ispanici: fin anche il diritto di essere eletti Princeps, Imperatori…Cosa che poi accadde. Quell’idea di Impero, figlia di un Mondo che cercava se stesso, non conobbe mai razzismi e chiusure preconcette verso alcuna cultura: in questo fu superiore alla stessa civiltà ellenica, che nominava sbrigativamente “barbari” tutti gli “Altri”. Roma definì il suo “esterno” con un semplice e geografico “Hic sunt leones”!.

Il valore metapolitico di quell’Idea di Impero, trovò “Mille” anni dopo, in Federico Re dei Siciliani e Stupor Mundi, un Sigillo la cui Luce fende i Secoli. L’Idea metapolitica di Impero, depurata da ogni superfetazione e parodia, rifondata su una matura e realistica concezione socialista, ha qualcosa da dire all’Umanità del Secolo XXI. La piccola Sicilia, anche se non lo sa, custodisce una Idea di Civiltà. Ecco, oltre lo “Stato”, una Civiltà. Questa potrebbe essere la provocazione culturale da scagliare contro lo Spettacolo coloniale che ci minorizza ai nostri stessi occhi. Una risposta alla desacralizzazione della Vita sulla Terra. La Secessione metapolitica dall’Epoca dell’Imperialismo e delle Guerre. I Polmoni contro la Polmonite.

Jibril al-Siqilli

@TerraeLiberAzione

Annunci