newroz 9

La Festa di Nawrūz

newroz 6

Il 21 marzo –danzando intorno all’Equinozio- comincia la Primavera. Il Mondo la festeggia da millenni nel Rito e nel Convivio. E’ una Festa di Gioia. Essa, come l’intero Calendario, è stata via via colonizzata, mascariata, svuotata della sua essenza di rinnovamento del Legame cosmico con la Terra nella relazione col Sole e la Luna.

SIMBOLO M33 L’Albero di Trinakria: l’Ulivo, il Fico e la Palma sono SACRI quanto le  Simenzi siciliane, salvate dai nostri Profeti Contadini, che ci doneranno presto grano e farina e pane, crescendo sotto il Cielo di questa stagione di rinnovamento della Vita. La Primavera.

Curare la Terra è curare noi stessi. Ascoltare il grano che cresce e dar confidenza a un albero, è nella natura del Sicilianu Novu, che può alzare uno sguardo sul Mondo e camminare addhitta nel Secolo XXI, perché Iddhu sa chi è: conosce la sua geografica fisica e metafisica, la sua storia complessa e originale, il paesaggio dell’Isola di Trinakria che solo occhi nuovi possono vedere, conoscere, amare. E dunque difendere, senza se e senza ma!.

GEOMETRICO SIKANO MI PARE  In molti paesi dell’Oriente a noi vicino la primavera cosmica segna anche la data di capodanno: è la Festa di Nawrūz (è Zoroastriana e viene festeggiata, non a caso, anche nell’Islam Sufi).

E’ una Festa del Fuoco, che nella Tradizione siciliana ha analogie di cui ci occuperemo presto, in preparazione del Solstizio d’Estate.

TUNISIA ULIVO CONCA  La comunità etno-storica che più radicalmente ha legato la sua identità alla Festa di Nawrūz è certamente il Popolo Kurdo. E’ la più grande delle Nazioni senza stato del Mondo attualmente in cammino verso una autodeterminazione culturale e sociale che finirà per vederli vittoriosi –con soluzioni inedite- contro una geopolitica coloniale che li ha divisi e intrappolati in confini che –a ragione- si stenta perfino a capire!.

newroz 4

Bon Capudannu a Iddhi!

Viva il Popolo Kurdo!

Bon Nawrūz!

@La Comunità Siciliana “TerraeLiberAzione”.

newroz 17

 

Annunci