All’ON. CLAUDIO FAVA.

A PROPOSITO DEL “WORD PRESS FREEDOM DAY” E DELLE MINACCE AMERIKANE CONTRO LA REDAZIONE DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE”.

husky

LIBERTA’ DI STAMPA

PER RAGIONI DI SICUREZZA PERSONALE DEI SUOI REDATTORI IL NUMERO DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE” –CON DATA EDITORIALE “APRILE 2016”- INCENTRATO SUL TEMA: “Fulmini e Tempeste nelle Nebbie della Meteoguerra e della sua Geo-Ingegneria”. NON USCIRA’.

L’on. Fava, che conosciamo da 30 anni, è vicepresidente della Commissione Antimafia e coordinatore del Comitato che si occupa di mafia e informazione. E’ uno dei 6 deputati –di ogni schieramento- che sono stati direttamente informati di quanto accaduto alla redazione di TERRAELIBERAZIONE, nella sua Catania: alle ore 3.34 del 29 Febbraio 2016. E’ stato informato con lettera riservata consegnata brevi manu da comuni e fidati amici. Non ci ha ancora degnati di Risposta. Punto.

GESU NO T

OGGI, 3/5/2016. Word Press Freedom Day, la Giornata Mondiale della Libertà di Stampa indetta dall’Unesco. Tante iniziative pubbliche in memoria dei giornalisti uccisi e a sostegno dei cronisti minacciati in Italia a causa del loro lavoro. Ventotto giornalisti uccisi in Italia, 2800 minacciati, almeno 15 che vivono sotto scorta; 1410 giornalisti uccisi nel mondo: la libertà di informazione è sotto attacco ovunque.

Ed è bene “urlarlo dai tetti”. (Vangelo secondo Matteo).

“L’Italia è il Paese dell’Europa in cui è più a rischio chi fa il giornalista – ha detto in una conferenza stampa alla Camera Claudio Fava (SI)- e non ci sono solo le minacce fisiche e verbali ma anche le querele temerarie, fatte o minacciate, oltre alla situazione di precarietà professionale, sempre più diffusa”. Sottoscriviamo.

L’on. Fava ha tempo per rimediare, noi andiamo avanti lo stesso, sulle strade della Verità Siciliana nel Mondo del Secolo XXI.

Quanto all’Art.21 della Costituzione, ne “apprezziamo” la buona volontà che ci misero i “padri costituenti” e l’ipocrisia delle Forze Mentali che dominano quel circo massmediale più inquietante del Mondo, che ha accompagnato il cammino dei popoli risorgimentati anche in questi 70 anni di italietta paese di merda: ipocrisia che il Fascismo almeno non ebbe.

“Quest’Italia, nata sgorbia nel 1860 e pasciuta al libero pascolo in un immane spreco di intelligenze, memorie e paesaggi meravigliosi”.(M. Di Mauro) 

Nell’italietta dello “spettacolo massomafioso tosco-padano” la LIBERTA’ DI INFORMAZIONE resterà comunque un privilegio per ricchi. “Anche Dio vede cadere il passero, ma neanche Dio può farci niente” (J.Steinbeck)

Ma che noi poveri produttori di INFORMAZIONE INDIPENDENTE –non embedded- si debba essere perfino minacciati a casa nostra, di notte, da “Washington”, in questa “Sicilia peggio di Portorico”… NON LO ACCETTEREMO. Cosiccome ci inquieta l’OMERTA’ di chi una parola intelligente la dovrebbe dire, giacchè ne ha la possibilità e il talento.

TERRAELIBERAZIONE venne fondata ufficialmente il 5 GENNAIO 1985, dalla naturale evoluzione della sez. Peppino Impastato di Democrazia Proletaria (Ramacca CT: 1978-1984).

Accadde a Catania, dentro una mobilitazione imponente che ci vide in prima fila: in Memoria di un grande giornalista e scrittore che dirigeva una rivista normale che provava a raccontare una SiciliAfrica colonizzata e anormale.

Quell’Uomo, caro Claudio, Tu lo conosci meglio di tutti noi, perché cammina dentro di Te, ma ha insegnato tante cose anche ad altri. Noi siamo parte di questi Siciliani Altri.  Ciao.

 mario a palermo 

@TERRAELIBERAZIONE. Salvo Di Stefano.

LIBERTA’ DI STAMPA

PER RAGIONI DI SICUREZZA PERSONALE DEI SUOI REDATTORI IL NUMERO DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE” –CON DATA EDITORIALE “APRILE 2016”- INCENTRATO SUL TEMA: “Fulmini e Tempeste nelle Nebbie della Meteoguerra e della sua Geo-Ingegneria”. NON USCIRA’.

Il motivo è presto detto: 29 febbraio 2016, alle 3.34 della notte CI CHIAMANO A CASA DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485 -VOCE AMERICANA– “Capitan Sullivan” ha parlato per una decina di secondi, con tono arraggiato alla Full Metal Jacket. Da una abile e immediata verifica, in pochi minuti, RISALIAMO alla Testa dell’Acqua: servizi di intelligence e strutture militari USA (in un tabulato connesso appaiono anche i vari MUOS). La più “simpatica” però è questa: Code Chapter 115. Che siamo monitorati dalla rete di spionaggio statunitense non ci sorprende. Certo, va detto, sono stati leali: non si sono camuffati. Siamo classificati nella categoria TREASON, SEDITION, AND SUBVERSIVE ACTIVITIES?.

La telefonata è arrivata dopo pochi minuti dalla pubblicazione di un post FB di lancio per l’uscita di TERRAELIBERAZIONE su un tema che studiamo da 12 anni: oltre la propaganda eco-catastrofista hollywoodiana dell’IPCC sui falsi “cambiamenti climatici”, privi di qualunque Equazione, si intravede la ben più seria Geo-Ingegneria che propone da decenni ricerche avanzate per la realizzazione concreta dei veri “cambiamenti climatici” nella Meteoguerra prossima ventura. Diverse potenze ci lavorano, ma le fonti utilizzate per la ricerca sono quasi tutte del Pentagono e vengono riportate perfino con qualche apprezzamento per il rigore e la prudenza con cui la materia viene trattata.

Il 29 febbraio 2016, alle 3.34. DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485, la piccola comunità siciliana TERRAELIBERAZIONE ha ricevuto il più grande e inatteso riconoscimento della sua lunga Storia. La cosa, a suo modo, ci onora, ci sorprende, ci invita a ripensare meglio la nostra “funzione sociale” in questa SiciliAfrica italiana, un’Isola contesa nel Mondo in rivolgimento del Secolo XXI. Accadranno molte cose. Meglio arrivarci in salute.

Questa partita finisce qui: 1-1. E’ già un miracolo, di cui ringraziamo solo la migliore tra noi: Sant’Ajita. E, in un certo senso, anche la “CIA”: a suo modo, è stata leale.

Lo diremo a Luttwak: di persona, capiterà.

20160308_174513 (1)

IL NUOVO NUMERO DI “TERRAELIBERAZIONE”

USCIRA’ GIORNO 15 MAGGIO.

A NISCEMI, CONTRO IL MUOS!

@TERRAELIBERAZIONE.

 

Annunci