30 marzo 2016

L’AEROPORTO DI CATANIA-FONTANAROSSA E’ DEL POPOLO SICILIANO!

NON SI VENDE!.

NO ALLA “QUOTAZIONE IN BORSA”! NO A QUALUNQUE “ASTA PUBBLICA”!.

LA SAC-FONTANAROSSA E’ LA CHIAVE DEL CIELO SICILIANO E DELLA FUTURA INDUSTRIA DEL TURISMO.

NELL’ISOLA SENZA CIELO RIVENDICHIAMO LA SOVRANITA’ SULLO SPAZIO AEREO SICILIANO.

SI BUTTINO FUORI I MERCANTI TRUFFALDINI E AL DIAVOLO IL PARTITO ANTIMAF-CONFINDUSTRIA E TUTTO IL CIRCO DELLE CAM COM: UNA BORGHESIA COLONIALE, PARASSITA E MERCENARIA, CHE NON PRODUCE NULLA CHE POSSA INTERESSARE AL MONDO!.

LA S.A.C. PUO’ ESSERE SALVATA NEL VINCOLO DI RICAPITALIZZAZIONE CON L’EMISSIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI REGIONALI: IL SOTTOSTANTE E’ SOVRASTANTE!. La Regione fallita potrebbe ancora farlo in dieci minuti, facendo leva sulla logica dell’Art.41 (senza bis) e del Titolo V del defunto Statuto del 1946 . L’Art.41 voluto dal grande avv. Guarino Amella è ancora ibernato, su scurdaru.

IL CIELO SICILIANO E’ UNA LEVA STRATEGICA: PUO’ VALERE 80 MILIARDI DI EURO ALL’ANNO. UN ALTRO PIL!. Altro che un centinaio di milioncini!.

HILLARY CLINTON FU CHIARA A PEKINO: IN SICILY NIENTE HUB GLOBALE SULLA VIA DELLA SETA. QUI CI REGALANO IL MUOStro. NE HANNO IL DIRITTO. ROMAfia LO DECISE, COLONIA SIAMO. UNA FRASE E AMEN. QUESTO SI CHE E’ POTERE!. Altro che le nostrane maschere grottesche: proiezioni d’ombre di “una borghesia mercenaria inutile e nociva… che non arriva più a strappare concessioni spettacolari”. (Fanon)

Al Tempo del MUOS e del “protettorato coloniale” di Bruxelles –nello spaccio di spot e fondi n/europei che non sposteranno il PIL di un solo punto- ci resta solo –nella recita Maf.&Antimaf- “una borghesia mercenaria inutile e nociva… che non arriva più a strappare concessioni spettacolari” (F. Fanon,“Disavventure della coscienza nazionale”).

La si legga come una metafora sintetica e devastante della condizione coloniale in cui sprofonda senza Speranza questa SiciliAfrica italiana. Da un paio di anni, due cordate contrapposte, tra Catania e Siracusa, si combattono nelle nebbie e nelle truffe- in vista della quotazione in Borsa della SAC-Fontanarossa. E’ una Battaglia dell’Aria che si combatte nelle melme delle CamCom e nei traffici di influenze in cui sta sprofondando il Partito dell’Ordine Antimaf in versione confindustriale.

Nessuno di loro possiede aerei, né alberghi, né altro. Trafficano influenze e posizioni sull’Ascensore sociale che ci vuole obbedienti a ROMAfia Capitale e ai suoi gasdotti e Ponti elettrici sotto lo Stretto: miliardi di megawatt che paghiamo due volte in bolletta, nell’Isola delle 923.000 case vuote e degli 800.000 GIOVANI DEPORTATI dalla C.E.M.-Coercive Engineered Migration!. Altro che “conquiste autonomistiche” del MILIARDO ELETTRICO che il Ponte sotto lo Stretto –di Terna- canalizza verso le metropoli dell’imperialismo NORDICO.

La BORGHESIA SICILIANA –non producendo nulla che possa interessare al Mondo- traffica influenze, più o meno di contrabbando. Anche nella Battaglia dell’Aria che vede già il nostro Cielo popolato di droni, compagnie straniere e santi che non funzionano. LA BATTAGLIA IN CORSO PER LA QUOTAZIONE IN BORSA DELLA SAC-FONTANAROSSA DECIDERA’ IL FUTURO DEL VOLO CIVILE E DELL’INDUSTRIA TURISTICA NEI CIELI SICILIANI PER ALMENO 40 ANNI.

LA SAC-FONTANAROSSA E’ LA CHIAVE DEL CIELO SICILIANO. LA SAC-FONTANAROSSA VALE PIU’ DI 100 REGIONI FALLITE, DI 1000 PD, DI 10.000 ELEZIONI COLONIALI E DI UN MILIONE DI “VACCHE MAFIOSE” E ALTRE PAGLIACCIATE DEMENZIALI INSCENATE NELLA BANALITA’ DELLO SPETTACOLO COLONIALE, NELLE NEBBIE DELL’AUTONOMIA VIGILATA DA ROMAfia E WASHINGTON. L’AEROPORTO DI CATANIA-FONTANAROSSA E’ DEL POPOLO SICILIANO!. NON SI VENDE!.

@TERRAELIBERAZIONE. Mario Di Mauro- Salvo Di Stefano-Tom Mancuso.

Annunci