421604

Note di LAVORO dell’ISTITUTO “TERRAELIBERAZIONE”.

Diventeranno Comunicazione e Azione.

(…) Lo “CHIEDIAMO”? IL BLOCCO DEGLI AIUTI INCONDIZIONATI ALL’AGRUMICOLTURA SICILIANA: O SI CONSORZIANO E FANNO FILIERA COMPLETA DI VALORIZZAZIONE INDUSTRIALE DELL’ARANCIA ROSSA -> O SONO SOLDI BUTTATI, CHE RESTANO PUR SEMPRE SOLDI DI TUTTI, MALGRADO L’IDEOLOGIA N/EUROPEISTA CHE LI SPONSORIZZA.

IL COMPARTO AGRUMICOLO VALE CIRCA IL 40% TEORICO DELL’INTERO AGROBUSSINES SICILIANO. VA SALVATO, CERTO. MA PER DAVVERO, NON RIPETENDO ERRORI COME BESTIE CIECHE. LA TRISTEZA  ATTACCA UN “ORGANISMO SOCIALE” DEBOLE E INCAPACE DI REAGIRE DA SOLO.
L’AGRUMICOLTURA SICILIANA AVEVA SECOLI DI VANTAGGIO. I VIVAI DI MAZZARA’ SANT’ANDREA (MESSINA) PRODUCEVANO PER IL MERCATO MONDIALE GIA’ SECOLI FA!. Non sanno nulla della STORIA del loro stesso PAESAGGIO AGRARIO: e non gli interessa neanche!. Vabbè…con la Cultura non si mangia?. E allora non si mangia neanche con l’AgriCultura: e la “colpa” la diamo al TUNISINO spremuto due volte: nelle SERRE siciliane e dall’AgroBusiness oleario dell’Imperialismo NORDICO (franco-padano). I FRUTTI MARCI producono anche i SEMI AVVELENATI del RAZZISMO nelle campagne siciliane animate da migliaia di SCHIAVI di PELLE B e C.

UN KILO DI MARMELLATA DI ARANCE AL MIELE DELL’ETNA SI COLLOCA OGGI A 10 EURO AL KILO: NEL MONDO. LE VITAMINE, LE ESSENZE DI ZAGARA E LE BIBITE VERE…NON NECESSITANO DI INVESTIMENTI MILIARDARI, MA DI UN NUOVO MODO DI PENSARE. CHE POI E’ QUELLO NOSTRO, ANTICO, CHE AVEVAMO GIA’ SECOLI FA: A MAZZARA’ SANT’ANDREA, NELLA CONCA PALERMITANA, NELLA JONICA CATANESE, NELL’AGRO SIRACUSANO E RIBERESE. O si crede ancora alla balla spaziale della “Sicilia IMMOBILE E FEUDALE”: una invenzione dell’Accademia tricolorata!.
NIENTE SOLDI A PIOGGIA PER RICONVERSIONI E REIMPIANTI, SENZA VINCOLI PRECISI. SONO SOLDI DI TUTTI. E LE ARANCIATE CE LE FANNO COMPRARE A MILANO O IN OLANDA!. Basta assistenzialismo! Serve una BANCA SICILIANA per lo SVILUPPO AGRO-ENERGETICO e per la SOVRANITA’ ALIMENTARE. Al mercato mondiale ci pensiamo dopo, quando avremo le Ambasciate: ora non è cosa!.

(da diversi INTERVENTI al e sul Cuncumiu d’Estate di TERRAELIBERAZIONE)

GESU NO T

“Dal 2000 al 2015, in Italia, sono spariti 60.000 ettari di agrumeto: ne rimangono circa 124mila, di cui 71mila in Sicilia. E’ una quota irrilevante sul mercato mondiale, organizzata come peggio non si può e anche svuotata di qualità originali.

E’ stato sprecato un vantaggio di 10 secoli. I naranj giunsero in Siqillya proprio dalla Tunisia!. Erano –in principio- alberi ornamentali nell’Oasi-Giardino “a tre livelli” che salvò il Paesaggio siciliano dal deserto del latifondo coloniale romano-bizantino, tributario infine delle chiese di Milano e Ravenna. Per la cronaca, sono cose che dicevamo già 30 anni fa: anche in comizi, in convegni e in documenti.

A Londra una marmellata d’arance al miele di zagara la compri a 10 sterline al kilo (se sei raccomandato). Non c’è traccia di marmellate e succo d’arancia siciliani negli hotel, nei supermercati, nei bar, nei ristoranti…siciliani. Colpa dei Tunisini?”.

(Marzo 2016. M. Di Mauro-Relazione al 10° Cuncumiu di TerraeLiberAzione)

GESU NO T

La SICILIA IMPORTA –IN VALORE- IL 95% DELLE CARNI&MORTADELLE CHE CONSUMA. E’ IL MILIARDO PADANO DEL COLONIALISMO ALIMENTARE OCCULTATO NELLE NEBBIE DELLO SPETTACOLO COLONIALE E DELLE SUE 4 “VACCHE MAFIOSE”. Questa ci mancava!. Meno del 5% di “CARNI ROSSE & MORTADELLE” consumati in Sicilia “PARRA SICILIANU”. LE RAZZE AUTOCTONE –L’IMMENSA BIODIVERSITA’ DEL PATRIMONIO ZOOTECNICO SICILIANO- SONO STATE STERMINATE. Ci passò Buffalo Bill?. No, ci passò l’Imperialismo NORDICO –agito dalle Forze Mentali della sua Industria zootecnica & GDO.

@Maggio 2016. TERRAELIBERAZIONE.

30 marzo 2016

Piccoli SOROS alla Battaglia del Grano

PREZZO del GRANO in CADUTA LIBERA: 16 cent al Kg.

E’ UNA CATASTROFE! 

I piccoli SOROS,  gli SPECULATORI che stanno MASSACRANDO il “PREZZO del GRANO”, potrebbero essere gli stessi che poi verranno a COMPRARLO in SICILIA (e altrove) a PREZZI STRACCIATI.

Da quello che si capisce la loro BASE OPERATIVA E’ AL PORTO di BARI. E sono tutti “TRICOLORATI”. La “Borsa” è a FOGGIA. E non ci scordiamo che a monte della FILIERA non ci stanno loro: l’INDUSTRIA ITALIANA DEVE NECESSARIAMENTE IMPORTARE GRANDI QUANTITATIVI di GRANI.

E’ tutto LEGALE…E’ il CAPITALISMO BELLEZZE!.

Il capitalismo->NON L’INDUSTRIA -MA SEMMAI la “NON-AGROindustria SICILIANA”!.

Con chi se la prendono stavolta, i nostri cari agricoltori?. Con l’Egitto? Col Canada?. Coi Marziani?. Ma è mai possibile che gli unici intelligenti e sperti siamo sempre “NOI”?. Hanno sprecato TRE SECOLI di vantaggio sul MERCATO MONDIALE Agrumicolo -> e TREMILA ANNI su quello cerealicolo…

Ora: tutti in ginocchio a Bruxelles a chiedere “protezione”!. Ma da chi?. E, sopratutto, a chi?. A Bruxelles…la capitale politica dell’Imperialismo NORDICO!.

O ci si ORGANIZZA per VINCERE le GUERRE, oppure ci si RITIRA, si cambia mestiere.

La verità è che nel PAESAGGIO CEREALICOLO siciliano ->di AGROimprenditori veri ce ne sono pochi…Al di là che la proprietà contadina sia frantumata e dispersa, malgrado alcune eccezioni consortili che sarebbero la normalità, e invece appaiono miracolosi-> in sè non sarebbe un problema.

Il GRANO produce FARINE che producono PANE, PASTE e sopratutto BRIOSCINE E BISCOTTINI per neonati…scaffalati in FARMACIA!.

Ora imploreranno ridicoli “blocchi doganali”, altri “contributi n-europei”, “marchi IGP”… “controlli fitosanitari” (che ci sono già, anche ben fatti)…E se un EMBARGO -qualcuno che si stufa di subire lamentazioni e perfino RAZZISMO da accattoni- decidesse di imporlo per davvero un bell’EMBARGO anti ->”ITALY”, come finirebbe questo film provinciale che si ripete ogni anno: e l’olio, e le arance, e le patate, e le melanzane, e i finocchi rizzi…E basta!. Crescete e Lottate!

La SOVRANITA’ AGRO-ENERGETICA il suo MERCATO LO DETERMINA non lo subisce. Lo determina con la FORZA. Eliminando TUTTI gli OSTACOLI. Senza chiedere elemosine a nessuno: semmai la Carità si fa.

Ad ogni modo…”se siete così disperati…FORCONATE il PORTO di BARI”. E poi?. Poi…tutto come prima. Fino alle prossime lamentazioni!.

Intanto il DESERTO AVANZA-> sotto il RULLO COMPRESSORE di un PREZZO A 16 CENT al KG. -> Un PREZZO “NORMALE” SAREBBE il TRIPLO.

Almeno 1/4  del PAESAGGIO AGRARIO SICILIANO rischia di IMPLODERE IN POCHI ANNI. E POI SONO FRANE…
@ 1 Luglio 2016. TERRAELIBERAZIONE.

terra giugno 16GIUGNO 2016

Annunci