IPOCRITI

E’ pazzesco il modo in cui perfino il “moderato” TG1 apre la sua edizione serale: con l’appello del Califfo ai “lupi solitari” che altrimenti non avrebbe mai raggiunto.

E così via… Terrorizzano la gente che li ascolta, altro che lupi e cani solitari!. L’Occidente è fallito e il Califfo immaginario è un suo prodotto sponsorizzato nelle nebbie della “guerra mondiale a pezzetti”.

I FRUTTI MARCI DELLA POLITIGUERRA OCCIDENTALE PRODUCONO I SEMI AVVELENATI DEL TERRORISMO: IL NEMICO E’ A CASA NOSTRA-MA NON INDOSSA LE CIABATTE DEI SALAFITI. IL NEMICO LO VEDIAMO IN TV OGNI GIORNO: HA IL VOLTO DI GOVERNANTI, BANKIERI, GENERALI, GIORNALISTI EMBEDDED…

CHI HA CAUSATO QUESTO DISASTRO?.

L’Europa imperialista carolingia non sta trovando nel Mediterraneo una Europa neosocialista federiciana, ma un corridoio per scorribande colorate e immani flussi commerciali (30% del traffico mondiale!) che risalgono dal Canale di Suez fino ai porti di Amburgo e Rotterdam, mentre un Muro sull’Acqua ne divide le sponde popolari, facendone un cimitero marino, costellato di trivelle vampiresche e sorvegliato dalla SiciliAfrica peggio di Portorico: da Washington, anche per conto dei suoi “alleati europei ciechi e parassiti” (Obama dixit, e stavolta ha ragione lui!).

Che fare?.

Abbattere tutti i dazi, tutti i muri e tutte le frontiere del Mediterraneo!.

No alle trivellazioni dell’imperialismo euro-americano!

NO ALLE POLIZIE DELL’IMPERIALISMO N/EUROPEO!

NO AL MUOS!

IL NEMICO E’ A CASA NOSTRA!. E non è il pacifico ambulante senegalese, né il muratore rumeno, né la colf mauriziana, né la badante filippina, né il giardiniere cingalese, né il bracciante tunisino, né la ragazza cinese del negozio di fronte che parla 4 lingue, né la prostituta colombiana che le capisce tutte…tanto per nominare vicini di casa.

LA SICILIA NON SOFFRE PER I SUOI TROPPI INESISTENTI IMMIGRATI -MA PER I SUOI 800.000 GIOVANI DEPORTATI DALLA C.E.M. -COERCIVE ENGINEERED MIGRATION- che ci viene imposta dall’IMPERIALISMO ITALIANO ED EUROPEO da 150 anni.

NON DOBBIAMO CONVINCERE NESSUNO. SOLO FAR RAGIONARE QUALCUNO. CI BASTA.

LA POLITIGUERRA DELL’IMPERIALISMO E’ LA CAUSA DI QUESTO DISASTRO. E NON FINIRA’ DOMANI, PURTROPPO.

Teniamo duro sulle nostre posizioni internazionaliste: è l’unica prospettiva possibile per la SOVRANITA’ SICILIANA nel Mondo del Secolo XXI, la nostra “Patria che abitiamo nel Tempo”. Il “Che FARE” non ci manca.

@16 Agosto 2016. La Comunità Siciliana “TerraeLiberAzione”.

Annunci