vacca modicana 3

La VACCA MODICANA.

Da 125.000 capi negli anni Sessanta -> a circa 600.

Ci passò Buffalo Bill?.

@TERRAELIBERAZIONE.

Lavori in corso: nostra Inchiesta sul Paesaggio Agrario e Zootecnico. Sicilia battuta palmo a palmo. Intanto MARTEDI’ ESCE IL NUOVO NUMERO DEL MENSILE “TERRAELIBERAZIONE”:

Il MITO del “Granaio SICILIA” e la REALTA’ di una COLONIA ALIMENTARE – Lobby padane e Nebbie tricolorate nella falsa Guerra del GRANO STERILE.

vacca modicana 1

Nella visione storica delle Forze Mentali che animano l’Epoca dell’IMPERIALISMO -> l’OMOLOGAZIONE+CODICE A BARRA di UOMINI e COSE, la RIDUZIONE di ogni FORMA a STANDARD, è un aspetto inseparabile dalla MERCIFICAZIONE e dai suoi BREVETTI. – L’IMPERIALISMO E’ UN ESTINTORE di BIODIVERSITA’. L’UNICA “LOTTA POLITICA” degna di questo nome si sviluppa sul terreno dei BIO-POTERI. Il resto viene da sè…

Per esempio: la Sicilia importa -in valore- il 95% delle CARNI&MORTADELLE che consuma. E’ il “MILIARDO PADANO” del COLONIALISMO ALIMENTARE. La Sicilia finanzia il Nord. Ce lo deve dire “la televisione”?. E quale?. Lo SPETTACOLO COLONIALE è TOTALITARIO. Dal 1860. Punto.

***

L’Essere SIMENZA FERTILE coincide con un Cammino di LiberAzione organizzato nella CoScienza di Sè, che confluisce nella dimensione comunitaria di un Noi. Alzando uno sguardo critico e solidale sulle cose della Vita e del Mondo. Nel SECOLO XXI, che è la nostra “patria che abitiamo nel tempo”.

Questa è la “FORZA POLITICA” che serve in Sicilia. Il resto è Spettacolo coloniale nelle nebbie mentali della Sicilia italienata. -NON CI INTERESSA.

La CIVILTA’ SICILIANA troverà la sua strada. Le carte geopolitiche di oggi – coi loro confini e fili spinati e muri sull’acqua- sono le vesti di Arlecchino di domani. Caminamu addhitta.

@TERRAELIBERAZIONE.

***

 Studi in corso all’Istituto TerraeLiberAzione…

According to the State of the World’s Plant Genetic Resources for Food and Agriculture (PGRFA), over 67% of the wheat fields in Bangladesh were planted with the same cultivar (“Sonalika”) in 1983. By the 1990s in Ireland, 90% of the total wheat area is sown to just six varieties. Of the 7098 apple varieties that were documented in the USA at the beginning of the twentieth century, approximately 96% have been lost. Similarly 95% of the cabbage; 91% of the field maize; 94% of the pea; and 81% of the tomato varieties are lost. In Mexico, only 20% of the maize varieties reported in 1930 are known today; in the Republic of Korea, only 26% of the landraces of 14 crops cultivated in home gardens in 1985 were still present in 1993 (…)
There are 3 aspects in the dominant system of seed related laws:
• Industrial Patents on Seed which treat seed as an “invention”, and hence the “intellectual property” of corporations by merely adding a gene, artificially, into the organism;
• Breeders’ Rights as in UPOV (The International Union for the Protection of New Varieties of Plants) which privilege uniformity and industrial breeding;
• Seed Laws extending industrial criteria of uniformity on farmers’ varieties and open pollinated varieties, which are bred for diversity and resilience. (…)
The European Commission’s newly approved proposed Seed legislation (6 May 2013) continues to disregard the imperative of protecting and enhancing agro-biodiversity and continues to put the global seed industry and corporations above the interests and rights of farmers and breeders.

(THE LAW of the SEED) – http://www.navdanya.org/attachments/lawofseed.pdf

 

Annunci