NISCEMI GULISANO 10

Domenica 2 ottobre si torna a Niscemi (h.15 nel Bosco).

Questa Terra è la Nostra Terra. Cacciamo i MUOStri della Guerra!

La Sicilia è OSTAGGIO della RELAZIONE STRATEGICA tra Washington e ROMA. E’ tutto regolarmente NEGOZIATO…in segreto: come tra bravi MAFIOSI. Per esempio, il Technical Agreement (TA) firmato il 6 Aprile 2006…

Ce ne occupiamo anche nella pagina “LA SICILIA peggio di PORTORICO”, su questo blog.

Per cultura generale è bene sapere anche di Trattati e Accordi INTERNAZIONALI che ci riguardano.

A “sistemazione definitiva” del quadro geopolitico del Dopoguerra, il Trattato di Pace Internazionale del 1947, stabiliva, all’Articolo 49 che:

1.Pantelleria, le Isole Pelagie (Lampedusa, Lampione e Linosa) e Pianosa (nell’Adriatico) saranno e rimarranno smilitarizzate.

2.Tale smilitarizzazione dovrà essere completata entro un anno a decorrere dall’entrata in vigore del presente Trattato.

precisando all’Articolo 50 che:

1.In Sicilia e Sardegna, tutte le installazioni permanenti e il materiale per la manutenzione e il magazzinaggio delle torpedini, delle mine marine e delle bombe saranno o demolite o trasferite nell’Italia continentale entro un anno dall’entrata in vigore del presente Trattato.

2.Non sarà permesso alcun miglioramento o alcuna ricostruzione o estensione delle installazioni esistenti o delle fortificazioni permanenti della Sicilia e della Sardegna; tuttavia, fatta eccezione per le zone della Sardegna settentrionale di cui al paragrafo 1 di cui sopra, potrà procedersi alla normale conservazione in efficienza di quelle installazioni o fortificazioni permanenti e delle armi che vi siano già installate.

3.In Sicilia e Sardegna è vietato all’Italia di costruire alcuna installazione o fortificazione navale, militare o per l’aeronautica militare, fatta eccezione per quelle opere destinate agli alloggiamenti di quelle forze di sicurezza, che fossero necessarie per compiti d’ordine interno.

***

La presenza permanente di forze USA in Sicily Region 1 è tutelata dal quadro giuridico-normativo determinato da:

◾art. 3 del Trattato Istitutivo della NATO (Patto Atlantico del 1949);

◾il NATO SOFA (1951) che regola la presenza di personale NATO sul territorio di un altro Paese dell’Alleanza;

◾il Promemoria di intesa relativo all’applicazione in Italia nei confronti delle Forze Armate degli Stati Uniti d’America della “Convenzione fra gli Stati partecipanti al Trattato del Nord Atlantico sullo status delle loro Forze” (NATO SOFA – 1951);

◾l’Accordo Bilaterale sulle Infrastrutture (BIA) stipulato tra Italia e USA nel 1954;

◾il Memorandum d’Intesa relativo alle installazioni concesse in uso alle Forze USA in Italia (c.d. Shell Agreement – 1995), che indica i principi generali e le procedure per l’uso e la restituzione delle installazioni/infrastrutture;

◾il Technical Agreement (TA) specifico firmato il 6 Aprile 2006;

Tra i documenti citati, il più significativo è sicuramente il Technical Agreement (TA) siglato nel 2006 che, partendo da un quadro di principi generali, discendente direttamente dallo Shell Agreement, ha lo scopo di definire attribuzioni, compiti, responsabilità di Comando e procedure per l’applicazione di Accordi Internazionali tra l’Italia e gli Stati Uniti riguardanti l’uso di installazioni/infrastrutture militari situate a Sigonella. Nel TA, all’annesso 1, è specificato che sono concesse in uso esclusivo alle forze armate USA le seguenti installazioni: la U.S. Naval Air Station Support Site (NAS 1), la Stazione TLC di Niscemi, il Poligono di Pachino, la U.S. Naval Air Station Airfield (NAS 2, all’interno della Base NATO di Sigonella). Sono invece individuate quali installazioni ad utilizzo congiunto: la Base NATO di Sigonella, il deposito munizioni della Base NATO di Sigonella (Spinasanta), la NATO Magazine Area (Fagotto) e la Mobile Mine Assembly Unit (MOMAU).

@Istituto TerraeLiberAzione-Schede

husky

[…]L’Imperialismo […] non è uno Stato, né una “coalizione volenterosa”, né una Spectre di bankieri e tycoons. L’Imperialismo è un Tempo di Sradicamento, scandito da cicli di accumulazione ed espansione, e da un regolatore fisiologico: la Guerra, il “secondo motore” della Storia nell’Epoca dell’Imperialismo: la distruzione del Tempo stesso incorporato nella forma-merce e nella forma-uomo “prodotti in sovra-numero”: scarti di Tempo. (…) La politica è solo l’arte del possibile ?. NO-quella è l’AMMINISTRAZIONE DELLE COSE. – LA POLITICA è l’Arte dell’Impossibile che si fa Possibile. Forse…Un Forse mettiamocelo sempre.
@TERRAELIBERAZIONE-Al 10°Cuncumiu.

niscemi oggi 15 5

Leggi > TerraeLiberAzione di Luglio 2016TerraeLiberAzione Luglio 2016

 

 

Annunci