galles

Il Dipartimento dell’Educazione del GALLES (Gran Bretagna) distingue correttamente e riconosce de facto l’IDENTITA’ NAZIONALE dei SICILIANI. Il provincialismo tricolorato non sa neanche leggere questo semplice form, magnifica tabella etno-culturale adottata dalle scuole gallesi: la “biodiversità” della specie umana è una risorsa, non un “problema razziale”!. Studiate, cari italidioti cafonal, chè non distinguete un africano da un indiano, tanto…tutti “negri extracomunitari sono”!. Il vero RAZZISMO è nel NEGAZIONISMO dell’IDENTITA’ SICILIANA. Il form della scuola gallese cita decine di popoli: tutti mafiosi?. E leggetelo!.

L’italietta risorgimentata è un fallimento politico, ma soprattutto CULTURALE!.

L’AMBASCIATA  in G.B. di ROMAFIA Capitale si è premurata di protestare ufficialmente al Foreign Office…inutile dire delle “reazioni indignate” dei cafoni tricolorati in libera passerella nelle TV del Regime colonialista italiota. Per rimediare l’inesistente “frittata” -da Londra e Roma, non da Cardiff- pare abbiano evocato su sfondo razzista anche “mafie e camorre” (alle scuole medie!!!). Un caos mentale che neanche commentiamo. Il copione dello SPETTACOLO COLONIALE dell’AntiSicilia è tragicomico, ma collaudato.

Ma il FATTO rimane. La distinzione tra IDENTITA’ CULTURALI è evidente. L’IMPERIALISMO italiano a trazione massomafiosa tosco-padana -fin dal 1860- non può che negarlo. A Londra non possono che “accontentarlo”. A Cardiff stanno ridendo. Il GALLES non è inglese…

E’ stata una bella INTERFERENZA di VERITA’ STORICA che dimostra quello che noi indipendentisti siciliani sappiamo da sempre.

“SUGNU SICILIANU nel MONDO del SECOLO XXI. E’ LA NORMALITA’. E GODO NEL VEDERE I TG ITALIDIOTI TERRORIZZATI E INDIGNATI perché da Cardiff (Galles) -istituzioni colte e non cafonal come quelle italiote– ci riconoscono in quanto Siciliani”. ADDIRITTURA DOVREMMO SENTIRCI “DISCRIMINATI”?. E non c’entra nulla la “mafia”, quella a Roma pascola e a Londra ha la “cittadinanza onoraria”!.

FORA ST’ITALIA COLONIALE E MASSOMAFIOSA!

Ma a cosa ci servono i Renzi e Padoan di turno?. E le loro scuole e università coloniali che fabbricano alienati che “discendono dagli antichi romani”: libici come Settimio Severo o illirici come Diocleziano?.

Il negazionismo dell’identità siciliana è L’ESSENZA della QUESTIONE -ma è anche la debolezza=marciume del NEMICO psicotricolorato che finiremo per DISTRUGGERE.

Siculi, Sikani, Sikeliani, Siqillyani, Sicilienses…La Civiltà del Terramare Siciliano ha una GeoStoria PROPRIA, lunga diecimila anni. Non ne siamo gli eredi, ma l’eredità stessa.

Oggi, il sottosegretario all’Istruzione on. Faraone, ha fatto coming out: “Io non sono Siciliano, basta con queste offese razziste!”.

Grazie GALLES!.

Solidarietà siciliana al vostro cammino indipendentista: viva PLAID CYMRU!

Sicilia Indipendente > Economia Socializzata!.

@Gli Internazionalisti Siciliani di TerraeLiberAzione.

galles-3

 testata-settembre2016

> terraeliberazione-settembre2016

THE NEW SICILIAN -2-001THE NEW SICILIAN -2

 

 

Annunci