CASTELLO FEDERICO CT

 

Nel Duecento di FEDERICO REX dei SICILIANI, la trasformazione della Sicilia in uno “stato commerciale fortificato” –non meno del “riordino demografico” e del “monopolio statale della violenza”- era funzionale alla realizzazione del disegno imperiale. Solo dalla Cima dell’Etna, l’Aquila, poteva alzarsi in volo sullo spazio euro-mediterraneo.

Federico diede forme e regole precise alla sua visione istituzionale -in cui “tutte le classi sociali sono uguali di fronte alla legge” – nelle “Constitutiones Regni Utriusque Siciliae”, il Liber Augustalis che la storiografia semplifica in “Costituzioni di Melfi”-(1231).

Nel 1235 Federico pubblicava l’Ordinatio novorum portuum: rafforzamento del sistema portuale dell’Isola e costruzione di altri 9 porti sui Tre Mari del regnum continentale. Nella visione strategica federiciana risalta il nesso tra scali marittimi e sistema delle masserie statali, veri centri di pianificazione e controllo di una imponente rete di unità produttive.

La Constitutio novorum portuum “agganciata” alla Constitutio super massariis -> prefigura un capitalismo di stato pianificato, produttivo e commerciale, senza il quale l’indipendenza dei popoli della “costituente imperiale” non sarebbe stata pensabile. Il monopolio pubblico del commercio estero e la stessa organizzazione del lavoro salariato, ancor più della proprietà statale del sistema produttivo strategico, prefigurano una formazione economico-sociale di transizione.

In breve: di tipo SOCIALISTA. I cercatori di “feudalesimo immobile” nella storia siciliana rischiano di trovarvi moderno “capitalismo sociale”  quando la barbarie del feudalismo nordico dominava l’Europa!. La SICILIA FEDERICIANA è una POTENZA AGROALIMENTARE e MANIFATTURIERA: cotone e seta, lana e olio, vino e…zucchero.

Ma il “GRANO” fu l’ARMA STRATEGICA della SOVRANITA’ SICILIANA. Il GRANO è l’ARMA decisiva della GUERRA del VESPRO lunga 130 anni. Il GRANO è per secoli la vera “ARMA  SEGRETA” della SOVRANITA’ SICILIANA.

Mario Di Mauro-Fondatore di TERRAELIBERAZIONE.

testata-agosto2016terraeliberazione-agosto2016

 

Annunci