per approfondire

INTERFERENZE N°1/a

Gli ONUSIANI hanno sentenziato: il 2016 è già “l’anno più caldo di sempre a livello mondiale”. Certamente hanno pure votato, all’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), un’agenzia dell’Onu con sede a Ginevra, che annuncia –senza se e senza ma- l’inizio di “una nuova era climatica”. Addirittura!.

Non hanno in mano uno straccio di EQUAZIONE PREVISIONALE, le loro affermazioni mediatizzate valgono meno delle mavarie del Mago di Canicattì, ma servono a LOBBY potentissime nelle GUERRE IDEOLOGICHE energetiche e climatiche che preparano le COLLISIONI MILITARI. Intanto godiamoci “l’anno più caldo di sempre a livello mondiale” (domani è capodanno! –lo hanno anticipato per lanciare COP22, lo spettacolo onusiano dell’IPCC sui falsi “cambiamenti climatici”, in scena a Marrakesh a metà novembre).

“Mai prima d’ora un caldo così!”, parole testuali. Come le chiacchiere al bar…

186 milioni di anni cancellati in un colpo solo!. Tanto durò il periodo più caldo conosciuto dell’ultimo miliardo di anni, che si pone nell’era Mesozoica su tre periodi denominati Triassico, Giurassico e Cretaceo (tra 245 milioni e 65 milioni di anni fa). Tra i 252 e i 247 milioni di anni è scientificamente dimostrato che la Terra era un forno, «una serra senza sistema di regolazione » –Paul Wignall -paleontologo della Leeds University.  

Gli ultimi 8.000 anni sono un attimo e forse del tutto un episodio…ma non lo diciamo ai nobelizzati “scienziati onusiani” dell’IPCC (lo sanno, lo sanno…sti mercenari!).

@TERRAELIBERAZIONE.

cima dell'etna

 

 

Annunci