giuliano-foto

“MATTARELLA LO SA…”

Il SEGRETO di STATO copre “COSE di GLADIO”?.

Al momento ci interessa solo difendere dall’oblio e dal fango, fino alla vittoria, la MEMORIA del professore CANEPA e dell’EVIS, che semmai di “GLADIO” ne furono vittime, anzi, sul piano della MEMORIA, ne sono tuttora vittime. Questo solo ci interessa, il resto viene da sé.

Quanto sosteniamo, da decenni, non sarebbe certo una novità –ma diversi amici ci consigliano prudenza. Giusto. Quanto segue –anche se lo sappiamo da prima- lo accolliamo “LEGALMENTE” allo storico americano Billy Jaynes Chandler (King of the Mountain, Northern Illinois University Press, 1988). CERCATE LUI!. Semmai sarebbe un buon motivo in più per FARE CHIAREZZA una buona volta per tutte.

Sia chiaro, non ci speriamo…

Quasi certamente nella primavera del 1948:

“…the prominent Christian Democrat Bernardo Mattarella from the Mafia stronghold of Castellamare del Golfo all talked directly with Giuliano—who would not campaign without promises from the highest level of Sicilian power brokers. He was guaranteed a full pardon if he delivered a large majority of the votes in his district…The bandit waited for weeks after the election for word of his pardon—and he was finally informed that Minister of the Interior Mario Scelba, himself a Sicilian, had denied it, and advised that Giuliano and his men could emigrate to Brazil where Prince Alliata had vast estates and the bandits would be protected”. (nella -brutta- sintesi di wiki statunitense).

17-giugno-16

@Istituto TERRAELIBERAZIONE (Archivio-Fondo Natale Turco)

Annunci