CATASTROFISMO IMMAGINARIO e SCONTRO TRA LOBBY nel CAOS COLORATO delle “GUERRE del CLIMA”

Explosions from Mount Etna's Voragine crater light up night sky

3 Dec 2015, Catania.

INTERFERENZE  1 copertina

clicca e leggi > INTERFERENZE monografia

20160308_174507

Novembre 2016. In Marocco si è tenuta la COP22, la Conferenza dell’ONU sui “cambiamenti climatici”. Gli ONUSIANI hanno sentenziato: il 2016 è già “l’anno più caldo di sempre a livello mondiale”. Certamente hanno democraticamente votato, all’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), un’agenzia dell’Onu con sede a Ginevra, che annuncia –senza se e senza ma- l’inizio di “una nuova era climatica”. Addirittura!.

Non hanno in mano uno straccio di EQUAZIONE PREVISIONALE, le loro affermazioni mediatizzate valgono meno delle mavarie del Mago di Canicattì, ma servono a LOBBY potentissime nelle GUERRE IDEOLOGICHE energetiche e climatiche che preparano le COLLISIONI MILITARI. Intanto godiamoci “l’anno più caldo di sempre a livello mondiale” (domani è capodanno! –lo hanno anticipato per lanciare COP22, lo spettacolo onusiano dell’IPCC sui falsi “cambiamenti climatici”, inscenato a Marrakesh a metà novembre).

“Mai prima d’ora un caldo così!”, parole testuali.

186 milioni di anni cancellati in colpo solo!. Tanto durò il periodo più caldo conosciuto dell’ultimo miliardo di anni, che si pone nell’era Mesozoica su tre periodi denominati Triassico, Giurassico e Cretaceo (tra 245 milioni e 65 milioni di anni fa). Tra i 252 e i 247 milioni di anni è scientificamente dimostrato che la Terra era un forno, « una serra senza sistema di regolazione » -Paul Wignall -paleontologo della Leeds University. 

Gli ultimi 8.000 anni sono un attimo e forse del tutto un episodio…ma non lo diciamo ai nobelizzati “scienziati onusiani” dell’IPCC (lo sanno, lo sanno!).

“Vogliamo che l’economia americana sia efficiente dal punto di vista energetico ed alimentata da fonti low-carbon!”. E’ la sintesi di una dichiarazione congiunta della lobby colorata dell’imperialismo amerikano &C. “presentata” -magari con valigie di dollari-alla conferenza annuale sui cosiddetti “cambiamenti climatici”.

Che noi si sappia, è la prima volta che agiscono compatti e a viso scoperto. Effetto collaterale dell’elezione di Trump?. Dettagli. Non si tratta di benefattori dell’umanità e salvatori del pianeta, ma di 360 società multinazionali (non solo statunitensi): Unilever, Nike, IKEA, Starbucks, Virgin, Intel, Ebay, Hilton, L’Oreal, Levi Strauss, Gap e addirittura la BIG AgroPHARMA DuPont… E ALLIANZ.

Sia chiaro: la lobby petrolifera e “fossile” è l’interfaccia perfino peggiore di questa Compagnia di “Salvatori dell’Ambiente”.

Il punto è che NON esistono ENERGIE pulite, né SPORCHE. Esiste il CAPITALISMO GLOBALE nel TEMPO STORICO dell’IMPERIALISMO e delle sue GUERRE IDEOLOGICHE energetiche e climatiche, animate esclusivamente dalla CACCIA AL PROFITTO e lanciate verso una catastrofica COLLISIONE MILITARE.

In verità, nel caotico regime climatico del capitalismo globale, non possono esistere “energie pulite”: non per chissà quale congenita cattiveria, ma proprio perchè gli attuali rapporti di produzione trasformano qualunque forza produttiva in una macchina di
profitti e di conflitti. Ogni kilowatt di energia si traduce in controllo sociale. E la Contesa globale si misura su milioni di megawatt, gigawatt, terawatt… La “fonte” è indifferente. E’ il più tragico problema irrisolto dello Sviluppo Umano. La Grandemadre di tutte le battaglie, l’Equazione strategica, di un Futuro che è già cominciato, sul canovaccio  invariante che caratterizza l’Epoca dell’Imperialismo e delle sue Guerre, delle sue Forze mentali e del suo Spettacolo globale. Per quanti cambiamenti di quinte la Regia di turno possa inventarsi, invarianti restano la scena tragica e la posta in gioco: forza motrice e polvere da sparo.

Quanto alle grandi ESTINZIONI di MASSA ce ne  sono state già 5. La sesta la stanno preparando, ma non sarà opera di nessun “cambiamento climatico”!. Quanto alle concordate “riduzioni” delle emissioni di CO2…si tratterebbe comunque di misure insufficienti e ridicole al cospetto di una normale tempesta solare e perfino di una lunga eruzione dell’Etna!.

Un appunto volante: il gruppo tedesco ALLIANZ ha avuto un ruolo determinante nell’assalto colonialista che ha trasformato il VENTO SICILIANO in PROFITTI MILIARDARI dell’IMPERIALISMO EUROPEO e della sua stessa frazione mafiosa…-per chi non lo avesse ancora capito. E il “conto” lo paghiamo nella bolletta elettrica più colonialista d’Europa. Punto.

“La Scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’Umanità”. (Nikola Tesla)

@TERRAELIBERAZIONE.

 

Annunci