Dalla Corsica cementificata -In questi ultimi 12 mesi, un aumento del 107,8 % del numero di nuove costruzioni autorizzate in Corsica (solo 25 % in Bretagna!)… la pressione e la speculazione immobiliare, già molto forte, si amplifica da un anno nell’isola. Le gru si moltiplicano ovunque, le costruzioni di tutte le forme crescono come funghi, e in tutte le zone -oltre al litorale… e i giovani (o meno giovani corsi) non possono alloggiare, visto i prezzi della “Accademia dell’Immobiliare”.

“A Corsica è vinduta pianu pianu, e le autorità competenti chiudono gli occhi, i Ponzio Pilato, che nemmeno vedono le sentenze che già vietano molte costruzioni o la demolizioni”. (P.Poggioli)

La centrale del nuovo assalto al paesaggio corso è BTP > una grande holding francese delle costruzioni, egemone tanto nel settore privato quanto in quello pubblico.

La CTC (la “Regione”, per capirci-che ha da un anno un governo nazionalista corso)  NON ha COMPETENZE in materia.

La DIFESA del LITORALE e del PAESAGGIO della CORSICA –fin dagli anni Settanta- è stata opera del tritolo del FRONTE di LIBERAZIONE NAZIUNALE di a CORSICA –FLNC, che ha compiuto migliaia di azioni-demolizioni e intimidazioni di ogni tipo CONTRO LA SPECULAZIONE COLONIALE e i suoi CLAN CORSI.

Oggi, una vecchia sfida in una situazione nuova si riapre per il POPOLU CORSU in DIFESA della sua “TARRA SACRA”.

@TERRAELIBERAZIONE-In CORSICA.

PER APPROFONDIRE LEGGI LA PAGINA TEMATICA “IN CORSICA”- SU QUESTO STESSO BLOG.

alivu-saracinu

Istituto Mediterraneo per la Democrazia Diretta-TERRAELIBERAZIONE

 

Annunci