L’IMU è un PIZZO COLONIALE che ci impone ROMAFIA CAPITALE. L’IMU TRICOLORATA sui terreni agricoli siciliani –reintrodotta nel caos da ROMAFIA CAPITALE- è una estorsione!. Si TASSANO giustamente i PROFITTI e le RENDITE. Non le CASE – la TERRA – i MEZZI di LAVORO!. Siamo ostaggi di uno STATO parassita e fallito.

Come si sa non è comunque applicabile sopra i 280 metri slm. -conviene “spostare” la sede legale dei municipi siciliani sulla CIMA dell’ETNA?. Ma questa fantasia, che farebbe parlare il Mondo, i nostri sindaci tricolorati non ce l’hanno. Né brilla l’intelligenza strategica del nostro “mondo agricolo” -con poche e preziose eccezioni, dalle quali si deve ripartire ALZANDO UNO SGUARDO SUL MONDO per ricostruire il nostro PAESAGGIO AGRO-ENERGETICO.

ALTRO CHE IMU COLONIALISTA e FONDI N-EUROPEI!. RIPARTIRE da ZERO e senza GUAYULE (cos’è? l’inizio della FINE, poi lo vedrete!). Quanto all’on. Nello Musumeci, per favore: “rivedere i parametri per l’applicazione di questa imposta…”. E’ UN TRICOLORATO CUNFUSU che ha fatto il suo tempo (non dei peggiori, questo si). E non c’è nessun parametro da rivedere: si tassano, giustamente, i profitti e le grandi rendite. NON le CASE -la TERRA- i MEZZI di LAVORO!. Siamo ostaggi di uno STATO parassita e fallito. Quanto alla sua REGIONE della SICILIA ITALIENATA è parte del problema -non della soluzione!.

Solo sul CAMMINO di LIBERAZIONE –verso una inedita SOVRANITA’ SICILIANA nel MONDO del SECOLO XXI- ritroveremo la VIA del LAVORO nella DIGNITA’.

@TERRAELIBERAZIONE.

testata-agosto2016

leggilo! > terraeliberazione-agosto2016

 

 

Annunci