urlo

La Questione Siciliana –come problema irrisolto della SOVRANITA’ dei SICILIANI sul proprio Terramare e, oggi, anche sul proprio SPAZIO AEREO- è fin dal 1866 esclusivamente risolvibile sul terreno della Lotta tra Classi.

Sia chiaro: i NEMICI del POPOLO SICILIANO agiscono nella LEGALITA’. E’ la LEGALITA’ COLONIALE: l’unica possibile nelle ATTUALI condizioni GEOPOLITICHE e PSICOSOCIALI che determinano lo SPETTACOLO della SICILIA ITalienata, che non possiamo, né vogliamo “cambiare”, “riformare”, “redimere”. E’ più facile “cambiare”, “riformare”, “redimere” la Mafia dei Quartieri, che non la Regione italienata!. Non vogliamo “cambiare”, “riformare”, “redimere”… nessuno.

Nell’avanzare ventennale -bando dopo direttiva, direttiva dopo bando- del “protettorato coloniale” di Bruxelles, “la Regione” -l’ente amministrativo della Sicilia italienata- nella marginalizzazione dell’ascarismo classico, è ormai del tutto gestita da Romafia Capitale, attraverso proconsoli e commissari. Un ciclo storico si è definitivamente chiuso. E’ il ciclo storico dell’“Autonomia vigilata”: un giro a vuoto lungo 70 anni.

La “Costituzione materiale”- ROMA E’ LA CAPITALE DI UNO STATO MASSOMAFIOSO FONDATO SULLE TANGENTI LEGALIZZATE. Per dirne una: qualcuno ci spieghi seriamente come mai in Italia TOSCO-PADANIA le ferrovie ad Alta velocità costano 61 (sessantuno) milioni al chilometro e in Giappone costa solo 9,8 milioni, in Spagna 9,3 e in Francia 10,2.

A prescindere, in Sicilia un TRENO TAV neanche ce lo sogniamo.

ORA VOGLIONO “GOVERNARE PIU’ VELOCEMENTE E SENZA INTRALCI BUROCRATICI”… L’EUROPACELOCHIEDE!. NESSUNO METTE IN DISCUSSIONE LA “COSTITUZIONE MATERIALE” DELLO STATO TRUFFALDINO PIU’ FANTASIOSO DELLA STORIA UMANA, fin dal 1860.

Le Costituzioni MATERIALI -negli ultimi millenni- non sono mai state “cambiate” da referendum ed elezioni…Si accettano scommesse. Il “neocentralismo” della “Riforma” NAPOLITANO-FINOCCHIARO non li salverà. Né li salverà il loro ATLANTISMO patologico e surreale che vede in Mosca “il Nemico” (ma di chi?). Per l’Azione INDIPENDENTISTA SOCIALE si stanno aprendo praterie immense. Nel MONDO del SECOLO XXI. NO, non “ci volinu li bummi”!- Ci vuole finalmente un potente GENERAL INTELLECT Organizzato nella CoScienza- che susciti, orienti e diriga un MOVIMENTO REALE di LIBERAZIONE delle ENERGIE SICILIANE. Un inedito “SINDACATO del POPOLO SICILIANO” che scardini dal profondo la SICILIA ITalienata -> rianimando un popolo annichilito e autistico –legato mani e piedi da una “BORGHESIA mercenaria INCAPACE ormai di conquiste spettacolari” (Fanon).

Al plebiscito di “ROMAFIA EUROPEISTA”, il 4 dicembre, votiamo NO! – solo per “contribuire” alla crisi di uno Stato-Nazione che ci è NEMICO fin dal 1860. Non difendiamo nessuna Costituzione. Noi non ne abbiamo.

banner-terra-1

 

 

Annunci