ROMAFIA presenta il conto all’ISOLA del NO!.

In Senato, salta l’emendamento che avrebbe consentito la proroga di 13 mila precari degli enti locali in Sicilia. Non abbiamo mai sostenuto le rivendicazioni del precariato siciliano, tranne una: la stabilizzazione produttiva (=bonifica di una palude clientelare inventata negli anni ottanta dagli ascari democristiani).

Sia chiaro: la Regione italienata, in questi ultimi 4 anni, è stata RAPINATA di ben oltre 5 MILIARDI dal suo GOVERNO centrale. Il governatore CROCETTA è un cazzucunfusu o del tutto un mercenario socialmente pericoloso; e il dramma natalizio dei SUOI precari regionali gli va addebbitato al 100%. Ne ha tutta la responsabilità politica.

E’ TEMPO di GIRARE PAGINA. UN MILIONE DI “POSTI DI LAVORO”, in SICILIA, ci sarebbero. Ma non-fasulli, né precari. -Il PIL che produrrebbero diventerebbe un potente sottostante per una MONETA PUBBLICA. Vera, non virtuale. ORO moltiplicabile con “LEVA 3” in cartamoneta. Ci riescono i ladri bankieri (e senza oro!)-COPIAMOLI!.

SICILIA INDIPENDENTE!- o tenetevi la fame.

@TERRAELIBERAZIONE.

banner-terra-1 spot-ottobre2016terraeliberazione-ottobre2016

Annunci