Simenza per l’Indipendenza

15 dicembre 2016 –A “cento giorni” dall’acquisizione dell’americana Monsanto da parte della tedesca BAYER (65 miliardi –il TTIP se lo fanno da soli)- come previsto dall’Istituto TERRAELIBERAZIONE -> il Tribunale dell’UE sentenzia il via libera agli OGM (la soia è solo una chiave per aprire la porta).

L’IMPERIALISMO EUROPEO ha il suo colosso AGROFARMACEUTICO. La neotedesca MONSANTO (BAYER) non perde tempo. Ci è chiaro da un ventennio, dallo studio del manifesto politico “KERNEUROPA” (W.Schauble-K.Lamers):  è in GERMANIA che si gioca la “QUESTIONE EUROPEA”, e certo non solo nell’AGROFARMACEUTICA e sugli OGM.

L’IMPERIALISMO EUROPEO -non meno della sua frazione italiana- va studiato con strumenti teorici che solo il REALISMO DIALETTICO (MARX+) ha elaborato. Piaccia o meno.

Per dirne una: Bayer cambierà forse nome al Roundup, il contestato erbicida al glifosato della sua Monsanto: quale “ONG” (più o meno colorata e lobbysta) potrebbe impedirlo?. E quale “Coldiretti”?. Nel pluralismo colorato della democrazia imperialista europea e della sua P.A.C. c’è spazio solo per lobby subalterne alle logiche del cibo-merce. La faida per la spartizione patriottarda di quote di mercato non ci interessa –tanto più perché è solo ideologica.

La Realtà dell’Agrobusiness dell’imperialismo italiano (a trazione toscopadana) ha in SICILIA e nel SUD un suo MERCATO COLONIALE INTERNO che la tiene in vita –assicurandone una rilevante proiezione sul MERCATO MONDIALE.

Un esempio -> La SICILIA IMPORTA il 95% delle CARNI&MORTADELLE CHE CONSUMA. CARNI MORTE E CARNI VIVE -ingrassate, e spesso dopate, senza che vedano un pascolo in vita loro. E’ l’ennesimo “MILIARDO PADANO” imposto e occultato nelle NEBBIE dello SPETTACOLO COLONIALE della SICILIAFRICA ITALIANA e delle sue 4 “VACCHE MAFIOSE” & 7 VETERINARI CRIMINALI, al TEMPO del PROTETTORATO COLONIALE di BRUXELLES.

Tra i FRUTTI marci e i SEMI avvelenati nelle campagne dell’Isola Remota – al Tempo del PROTETTORATO coloniale di Bruxelles- il VIRUS peggiore è l’ALIENAZIONE COLONIALE. L’unica CURA è la SICILIA INDIPENDENTE, responsabile di Sé, nel MONDO del SECOLO XXI.

Sul Cammino del SICILIANU NOVU per la Sovranità agro-energetica–difendiamo SIMENZE e SAPIENZE –in alleanza politica col LAVORO del SOLE.

Non difendiamo nessun “Made in Italy”, nessun “Born in Sicily- per la “conquista dei mercati mondiali” e nessun “KILOMETROZERO” da riserva indiana –ma solo la QUALITA’ A BUON PREZZO di quello che mangiamo. Non ci interessa niente di Barilla, né di Bertolli, né di Farinetti, né dell’alter-colonialismo sofisticato, e magari involontario, à la Slow Food.

La FAME avanza, capire le COSE è decisivo, ma lamentarsene è infantile, e non serve a niente. E’ TEMPO di MOLTIPLICARE I PANI E I PESCI. Senza “delegare” niente a nessuno e proteggendo il Cammino di LiberAzione con le nostre Forze, alzando dalla Cima dell’Etna uno sguardo mediterraneo sul Mondo. O niente.

E’ Tempo di potenti minoranze umane organizzate nella CoScienza. Per la R/esistenza Umana nel Buon Combattimento – Per VINCERE. Le “maggioranze” non esistono. Usciamo fuori dalla catacombe!.

E’ Tempo di MOLTIPLICARE I PANI E I PESCI – nel LAVORO PRODUTTIVO!-Agendo con forza su buona qualità e prezzo sociale del CIBO e dell’ENERGIA per il POPOLO SICILIANO. 

Non “rivendichiamo” nulla. O lo imponiamo con la Forza o non lo farà nessuno.

Lottiamo per l’INDIPENDENZA del POPOLO SICILIANO. In primis: CIBO ed ENERGIA di QUALITA’ e a BUON PREZZO.

Milioni di PROLETARI SICILIANI sono poveri e mangiano junk-food = cibo-munnizza. E a kilometrozero c’è solo la Fame. Altro che “conquista dei mercati esteri” alimentata dal PSR!. Ma il DESERTO MESSICANO, col suo GUAYULE, ci mancava!.

PANI, PACENZIA E TEMPU! – Semu Simenza!.

@7/1/2017. L’Esecutivo Centrale di TERRAELIBERAZIONE.

(dalla Circolare Interna di Orientamento per la Comunicazione Militante nei convegni e sulle strade)

testata-agosto2016terraeliberazione-agosto2016

 

Annunci