In appena un secolo, almeno un centinaio di “grani antichi” sono spariti dal PAESAGGIO siciliano. La GUERRA COLONIALISTA che ha desertificato la plurimillenaria biodiversità granicola siciliana è stata condotta dall’inizio degli anni Settanta, di concerto con le Università,  attraverso la corruzione sofisticata  che ha dopato di euro-contributi e “integrazioni”  l’intero mondo dei produttori, impaludandoli nella dipendenza dai grani sterili MONSANTO&C. -bombardati coi RAGGI GAMMA- e nell’irrilevanza politica mediata da burocrazie più sterili delle sementi OGM: in realtà non si tratta più di una “classe” e neanche di un “ceto”, gli agricoltori puri ci sono ma non più degli “altri”. E’ comunque un “mondo”  che potrebbe del tutto sparire senza lasciare alcuna traccia positiva del proprio passaggio. Nella sconosciuta epopea millenaria del PAESAGGIO agrario siciliano non era mai accaduto nulla di simile.

Le Regole dell’AGRO-business IMPERIALISTA  taroccano la QUALITA’ dei GRANI, trattano GRANO-MERCE, escludono i PRODUTTORI piccoli e medi.  E’ urgente diffondere e difendere i GRANI SICILIANI ANTICHI nel respiro di una  sovrana CULTURA AgroINDUSTRIALE e vaccinando il Cammino dalle ROBINSONATE bucoliche che vagheggiano reazionarie “economie di villaggio”. A kilometrozero c’è solo la FAME!.

demeter-e-kore

CIBO è ENERGIA!

L’attuale CIVILTA’ UMANA –nella vasta fascia temperata che scorre dal Mediterraneo alla Mezzaluna Fertile– venne fondata dalla INVENZIONE – coltivazione -diffusione del GRANO e dell’ULIVO.

L’autoimpollinazione dei grani ne facilitò –già ottomila anni fa- il miglioramento genetico e l’adattabilità a diversi microclimi. La crescita demografica che ne deriva determina lo sviluppo degli STATI e dell’espansionismo territoriale, non meno che delle grandi MIGRAZIONI.

Nel TEMPO storico a kilometrozero c’è solo la FAME!. Oggi è “fame moderna”: non che cambi granchè per chi ce l’ha… E’ il capitalismo, bellezza!. Per questa ragione lo combattiamo sul Cammino internazionalista della SOVRANITA’ SICILIANA nel Mondo del Secolo XXI, che è la nostra PATRIA che abitiamo nel Tempo.
Cibo ed Energia costituiscono un campo di battaglia cruciale nella Contesa GLOBALE che caratterizza l’Epoca dell’Imperialismo e delle sue GUERRE: monetarie e militari, energetiche e commerciali. ALIMENTARI e MEDIATICHE. E CIBO è ENERGIA.

testata-agosto2016trasi e leggi – terraeliberazione-agosto2016

 

osservatore

Annunci