spottestata-agosto2016terraeliberazione-agosto2016

In appena un secolo, almeno un centinaio di “grani antichi” sono spariti dal PAESAGGIO siciliano.

La GUERRA COLONIALISTA che ha desertificato la plurimillenaria biodiversità granicola siciliana è stata condotta dall’inizio degli anni Settanta, di concerto con le Università, attraverso la corruzione sofisticata che ha dopato di euro-contributi e “integrazioni” l’intero mondo dei produttori, impaludandoli nella dipendenza dai grani sterili MONSANTO(Bayer)&C. -bombardati coi RAGGI GAMMA- e nell’irrilevanza politica mediata da burocrazie più sterili delle sementi OGM: in realtà non si tratta più di una “classe” e neanche di un “ceto”, gli agricoltori puri ci sono ma non più degli “altri”. E’ comunque un “mondo” che potrebbe del tutto sparire senza lasciare alcuna traccia positiva del proprio passaggio.

Nella sconosciuta epopea millenaria del PAESAGGIO agrario siciliano non era mai accaduto nulla di simile.

Le Regole dell’AGRObusiness IMPERIALISTA taroccano la QUALITA’ dei GRANI, trattano GRANO-MERCE, escludono i PRODUTTORI piccoli e medi. E’ urgente diffondere e difendere i GRANI SICILIANI ANTICHI nel respiro di una sovrana CULTURA AgroINDUSTRIALE e vaccinando il Cammino dalle ROBINSONATE bucoliche che vagheggiano reazionarie “economie di villaggio”. A kilometrozero c’è solo la FAME!.
Le condizioni climatiche dell’Isola permettono se non altro di poter fare a meno della chimica di sintesi nella produzione cerealicola: ma è un caso.

STUDIALO TUTTO!.

nuara-14

PANE QUOTIDIANO.
neanche un chicco di simenza siciliana naturale (“antica”) va svenduta per essere messa in produzione fuori dalla Sicilia!.
Tutta la produzione -entro due anni al massimo- deve essere trasformata in farine pregiate e valorizzata nella filiera agro-industriale siciliana,
che al momento NON ESISTE. Stiamo combattendo per questo: per la SOVRANITA’ del LAVORO SICILIANO nel MONDO del SECOLO XXI. E per produrre CIBO di qualità a prezzi popolari... (e non siamo per niente ottimisti: sarà difficile)…”
Palermo, 14/4/2017. terraeliberazione.

Annunci