terradicembre2016terraeliberazionedicembre2016

Priva di anticorpi intellettuali la SICILIA ITALIENATA è politicamente autistica, incapace di reagire a provocazioni che si susseguono regolari come spot nello SPETTACOLO COLONIALE inscenato da 156 anni dalle MASSOMAFIE TOSCO-PADANE.

La Sicilia è una colonia. La sua popolazione è del tutto priva di una qualsiasi identità autentica, dinamica, distinta e plurale, elaborata nell’insularità mediterranea nel corso di una Storia millenaria. Se, nella lunga durata, è la Sicilia a FARE i Siciliani, nell’ immediato è chi ne controlla la Memoria, nonchè il TerraMare  e lo spazio aereo, a farsene quel che vuole: questa Sicilia Ostaggio è come Giona nel ventre della Bestia.

Il nostro Cammino di LiberAzione è un’ impresa titanica, non una operazione contabile nella partita doppia della relazione malata tra uno STATO imperialista straccione e una sua REGIONE fallita. E non siamo un bankomat di “crediti formativi”, né cassonetto nella raccolta differenziata di voti elettorali. RISPETTO per Tutti. Anche “aiuto pratico” a chi lo merita. Ma U SICILIANU NOVU è già Altro.

La storia siciliana degli ultimi due secoli è segnata da eroiche rivoluzioni e rivolte per la “Libertà”, ma anche da generosi tentativi istituzionali per affermarla. In comune –senza alcuna eccezione- hanno il loro esito: il FALLIMENTO.

La storia siciliana degli ultimi due secoli è quella di una nazione abortita. Girare questa pagina è possibile?.

SI!. Con la FORZA d’URTO dei SICILIANI che camminano ADDHITTA.

Una CIVILTA’ millenaria la sospinge e legittima agli occhi del Mondo.

SI!. Facendo CHIAREZZA sulla REALTA’ siciliana nel Mondo del SECOLO XXI, che è la nostra “Patria che abitiamo nel Tempo”.

La Questione Siciliana –come problema irrisolto della SOVRANITA’ dei SICILIANI sul proprio Terramare e, oggi, anche sul proprio SPAZIO AEREO- è fin dal 1866 risolvibile sul terreno della Lotta tra Classi. Una nuova polarizzazione sociale è in corso, per quanto occultata nelle nebbie colorate dello SPETTACOLO coloniale; deviata nelle paludi del CARNEVALE elettorale; e rallentata dalla C.E.M. –Coercive Engineered Migration- che svuota l’Isola: la GENERAZIONE perduta. Peggio della stessa repressione spudorata che ha sempre colpito la “protesta siciliana”, una deportazione sofisticata segna il mutamento sociale nell’Isola del Tesoro che diviene l’Isola dei Poveri e dei Vecchi.

La Sicilia-Ohio oscilla confusa e “reazionaria”, ma il pendolo è ancora bene agganciato a ROMAFIA CAPITALE che la gestisce come COLONIA INTERNA e la gioca in quanto CARTA GEOSTRATEGICA nella sua RELAZIONE SPECIALE con WASHINGTON. E’ un sistema marcio, miserabile e senza alcun Avvenire. Al momento ci basta averlo chiaro ed evitarne le paludi e i campi minati. Il CHE FARE c’è.

@TERRAELIBERAZIONE.

lentini 7

Annunci