palestina33

Un Giro d’Italia che umilia il POPOLO PALESTINESE e legittima l’occupazione coloniale della TERRA SANTA è una offesa che NOI SICILIANI coscienti non faremo passare come se niente fosse. Amiamo il ciclismo e non vogliamo una MAGLIA ROSA MACCHIATA DI SANGUE PALESTINESE!.
Ma sia chiaro: il conflitto israelo-palestinese non può essere usato per fare carne di porco della VERITA’. E una PACE GIUSTA è l’unico obiettivo dei GIUSTI – il MEDITERRANEO ne ha urgente bisogno. Non è facile, ma restiamo alla larga da tifoserie smidollate. Ne stiamo vedendo di tutti i colori, una le riassume tutte: i sinistrati pedalatori per la Palestina che paragonano il Giro d’Italia alla Berlino nazista durante le Olimpiadi del ’36: bum!. Con questi non prendiamo manco un caffè, ci dispiace. C’è un problema, ma al senso delle proporzioni ci teniamo, perchè le Questioni le sappiamo “leggere”.I FALSI AMICI del Popolo palestinese NON CI INTERESSANO.
Lo stato di Israele non è “autoproclamato” – a prescindere sosteniamo i DIRITTI del POPOLO PALESTINESE e non strumentalizziamo nulla. CHI TEORIZZA LA DISTRUZIONE di ISRAELE è un criminale ignorante e seminatore di altri disastri. Punto. E non serve un “bantustan” palestinese (lo abbiamo scritto nel 1988!).

ISRAELE e PALESTINA hanno un futuro solo se si fondono nell’ISRATINA. Gheddafi aveva capito tutto, anche perchè sapeva Tutto. E fu l’unico vero sostenitore del popolo palestinese (anche contro i loro capi corrotti), quando erano massacrati da tutti – negli anni ’70 -al tempo della resistenza animata da “SETTEMBRE NERO”.
O si fondono in uno STATO UNICO, laico e democratico, o faranno una malafine: Tutti.
Quanto alla “genialata” di far partire il Giro d’Italia dalla Gerusalemme palestinese riconoscendone la sovranità israeliana… è un autogol dell’italietta fallita la cui politica estera viene decisa dalla…Gazzetta dello Sport!. Siamo al delirio finale!. “NO PASARAN!” COME SE NIENTE FOSSE.
IL CICLISMO E’ VITA. E se affoga nel doping e nell’ipocrisia geopolitica…non è colpa nostra!.

Un Giro d’Italia che umilia il POPOLO PALESTINESE e legittima l’occupazione coloniale della TERRA SANTA è una offesa che NOI SICILIANI coscienti non faremo passare come se niente fosse.

Ed è vergognoso che ci stiano rattoppando qualche strada scassata per agevolare lo SPETTACOLO.

A ciascuno le sue responsabilità. NOI SIAMO UMANI. “Voi” siete bestie?. Il “Giro d’Italia” parte da Gerusalemme, che viene riconosciuta ufficialmente  CAPITALE dello Stato di Israele, e non patrimonio dell’Umanità. Da chi? Dalla Gazzetta dello Sport-RCS?. Quanto alla “QUESTIONE” israelo-palestinese, è complicata: ma un accordo decente lo devono trovare o finiranno in un “buco nero”. TUTTI!.

IL MEDIO ORIENTE E’ STATO DISEGNATO dall’IMPERIALISMO EUROPEO sulle macerie dell’Impero ottomano. Sarebbe ora che se lo “disegnassero” i popoli e le genti che ci vivono. Non accadrà facilmente.

Terra e LiberAzione… per il POPOLO PALESTINESE! .

@TERRAELIBERAZIONE.

***

A “Giro d’Italia”, that humiliates the PALESTINIAN PEOPLE e legitimizes the colonialist occupation of the Holy Land, is an offense, that WE, CONSCIOUS SICILIANS, will not let go through as if nothing had happened.

We love bicycle race sports and we do not want a Pink Jersey (maglia rosa) tainted with Palestinian blood!

Let it be clear: The Israeli-Palestinian conflict cannot be used to let the TRUTH go through the meat grinder. And a JUST PEACE is the only goal of the RIGHTEOUS ONES – the Mediterranean has urgent need of this. It’s not easy, but we stay away from spineless racism. We see all sorts of things: like leftist pedallers who compare the Giro d’Italia to the Nazi Olympics of 1936: Boom! We want nothing to do with those kinds of people!

There is a problem, but it’s important to us to keep things in perspective. The FAKE FRIENDS of the Palestinian People are of no interest to us.

The State of Israel is not “self-proclaimed” – regardless of this we support the rights of the Palestinian People and we don’t exploit anybody for our political goals. Those who theorize the destruction of Israel are ignorant criminals who seed more disasters. Period.

There is no need for a Palestinian “Bantustan” (we wrote this already back in 1988!). Israel and Palestine only have a future if the merge into a “ISRATINE”. Gheddafi had understood everything, also because he knew everything. He was the only true supporter of the Palestinian people (also against their corrupt leaders), when they were subjected to massacres by everybody – during the 1970s – during the time of the resistance that was animated by the Black September Organization.

Either the two sides merge into ONE STATE, laicist and democratic, or they will both end very badly. Both of them.

As for the geniuses behind the idea to let the Giro d’Italia start from Palestinian Jerusalem while recognizing Israeli rulership… This is an own goal by little failed Italy, whose foreign affairs are decided by… the sports newspaper Gazzetta dello Sport!. This is the final delirium.  “NO PASARAN!” AS IF IT WAS BUSINESS AS USUAL. CYCLING IS LIFE. And if it drowns into doping affairs and into geopolitical hypocrisy… it is not our fault!

A Giro d’Italia that humiliates the PALESTINIAN PEOPLE and legitimizes the the COLONIALIST OCCUPATION of the HOLY LAND is an offense that WE, CONSCIOUS SICILIANS, cannot tolerate as if nothing had happened.

And it is a shame that they are patching up some old street in order to accommodate the SPECTACLE.

To each one their own responsibilities. WE ARE HUMANS. “You”, are beasts? This year’s Giro d’Italia will start from Jerusalem, which will be officially recognized as CAPITAL of Humanity. By whom? By the Gazzetta dello Sport/RCS MediaGroup?

As for the Israeli-Palestinian “Question”, it is complicated, but they will have to find a decent agreement or they will both end in a “black hole”. ALL OF THEM!

The Middle East was designed by the European Imperialism on top of the debris of the Ottoman Empire. It’s about time that it be “re-designed” by the folks and people who live in it. This will not happen easily.

Terra e LiberAzione… FOR THE PALESTINIAN PEOPLE!

@TERRAELIBERAZIONE.

logoterraeliberazione

NOI NON SIAMO CONTRO L’ESISTENZA dello STATO di ISRAELE: tuttaltro!. MA CONTRO L’OLIGARCHIA -“palazzinara &C.”- CHE LO STA SUICIDANDO. NE’ SIAMO CON HAMAS, CHE E’ UNA “COSCA ALLO SBANDO” IN “SCIOPERO FISCALE”… – SIAMO COL POPOLO PALESTINESE, per il suo riconoscimento ecc. Punto. E’ difficile da capire?. – IL MEDIO ORIENTE E’ STATO DISEGNATO dall’IMPERIALISMO EUROPEO sulle macerie dell’Impero ottomano. Sarebbe ora che se lo “disegnassero” i popoli e le genti che ci vivono. Non accadrà facilmente.
Gli Stati nascono tutti da guerre e rivoluzioni: è ovvio che sono fondati sulla violenza.Israele ha vinto 4 guerre vere…e ne può vincere altre 4. E’ la PACE GIUSTA invece che si deve conquistare.E questa è posizione condivisa dei palestinesi e degli israeliani che ragionano.
(…)  il colonialismo lo sconfiggi se hai una visione strategica che include la mobilitazione della “società avversa” in questo caso israeliana. – certo non lo batti con burocrazie palestinesi corrotte e vendute: chi all’UE e a lobby varie, chi ai sauditi wahabbiti ecc (che gli hanno tagliato i viveri: ed ecco lo sciopero di Hamas!) -a prescindere siamo COL POPOLO PALESTINESE, per un negoziato che superi il conflitto. – e il metodo vale anche per molte altre Questioni, inclusa quella siciliana, con le dovute differenze. O la lotta per il negoziato, o la sconfitta. Tertium -al momento- non datur. Domani, chi lo sa?
libro
 

4 maggio 2018.

IL GIRO d’ITALIA è partito dal posto sbagliato nel momento sbagliato.
La motivazione della “Gazzetta dello Sport” (che lo organizza e che non è un giornale, ma una lobby potente) è schizofrenica: “Superare barriere e divisioni attraverso il linguaggio comune dello sport, in questo caso il ciclismo, disciplina che come poche altre sa aggregare e unire le persone”.
Un intento nobile, certo, se non fosse che in quella zona una barriera c’è e dal 2002, è lunga 730 km e alta 8 metri e l’ha edificata proprio lo stato d’Israele.
E la stanno legittimando con una corsa di biciclette!.
Ma non vi fate schifo?.
TERRAELIBERAZIONE

Annunci