matrix

PANI, PACENZIA E TEMPU!
->non sprecare TEMPO coi FANTASMI-TROLL-REPLICANTI-TELECOMANDATI. -<STUDIA-LAVORA-NUOTA-CORRI-VIVI. LOTTA.

La Vita è Bella!

(Trotskji dixit, non quel buffone di Benigni).
@TERRAELIBERAZIONE.

« Ma non scoppiano forse tutte le rivolte, senza eccezione, nel disperato isolamento dell’uomo dalla comunità [Gemeinwesen]? Ogni rivolta non presuppone forse necessariamente questo isolamento? Avrebbe avuto luogo la rivoluzione del 1789 senza il disperato isolamento dei cittadini francesi dalla comunità? Essa era appunto destinata a sopprimere tale isolamento». MARX

NISCEMI GULISANO 10

I carusiddhi di Niscemi. E’ un CAPOLAVORO di ARTE SINTETICA ed EFFICACE.

cruyff 2

ALTRI RI-EVOLUZIONARI

->di Mario Di Mauro

«La coincidenza è Logica». Nella VISIONE di CRUYFF – IL CALCIO SI FECE FILOSOFIA TOTALE della GIOIA – nella FORZA INTELLIGENTE di un COLLETTIVO CHE PRODUCE GENIALITA’ PERCHE’ NON NE HA BISOGNO. «Tu devi sapere quello che non sai fare». IL RESTO FALLO. «Quattro dietro e quattro in mezzo non può funzionare, perché i Triangoli spariscono». La divisione sociale del lavoro sul campo di calcio viene completamente rivoluzionata: non si erano mai visti “difensori” trasformarsi ripetutamente in cursori d’attacco; né “centravanti” triangolare col proprio portiere nel lancio di un CONTROPIEDE. E’ la fine del feudalesimo, delle sue gerarchie e dei suoi ruoli. La via fu aperta dalla Scuola del Danubio -poi non accadde più nulla. E il Brazil?. E cosa avrebbe inventato mai?. I Fenomeni, appunto. Il CALCIO TOTALE è ALTRO. Non è un CIRCO. E’ la fine delle solitudini in campo: «Ma non scoppiano forse tutte le rivolte, senza eccezione, nel disperato isolamento dell’uomo dalla comunità [Gemeinwesen]? Ogni rivolta non presuppone forse necessariamente questo isolamento? Avrebbe avuto luogo la rivoluzione del 1789 senza il disperato isolamento dei cittadini francesi dalla comunità? Essa era appunto destinata a sopprimere tale isolamento». (Karl MARX)

Gli Olandesi riuscivano perfino ad attaccare in 11 e a difendersi in 11+1 bruciando le linee nemiche senza fare niente: uso scientifico del “fuorigioco” come dodicesimo uomo della squadra: un fantasma che paralizzava l’avversario, anche quando non veniva attivato.

Inventarono di tutto, divertendosi: il loro “ritiro” era una festa con mogli, figli e modelle al seguito. E tanto Lavoro, Fisico e Teorico. «Quattro dietro e quattro in mezzo non può funzionare, perché i Triangoli spariscono». Era un collettivo RIVOLUZIONARIO, Cruyff ne fu il leader autorevole. RIVOLUZIONARIO. «A volte, qualcosa deve succedere prima che succeda». NON UN “RIFORMISTA”. «In un mondo di ciechi, l’orbo è Re. Ma resta orbo». NON TEMEVA IL POTERE DELL’ARBITRO. «Non correre col fischietto in bocca!. Tienilo in mano, così avrai più tempo per riflettere prima di fischiare!». A BARCELLONA LO CAPIRONO, E I SUOI SEMI VI HANNO GENERATO MOLTO PIU’ DI UNA SEMPLICE GRANDE SQUADRA DI PALLONE… «Quel che è difficile, in una partita facile, è riuscire a far giocare male un cattivo avversario». E’ geopolitica sofisticata!.

CRUYFF E’ UN MITO LIBERTARIO. «Adoro lavorare, ma solo il lavoro che mi piace fare». NON DOGMATICO. «Io non credo perché non sono credente. Credo che ci sia qualcosa da qualche parte, ma credo unicamente nel fatto che io credo che ci sia qualcosa da qualche parte». PRAGMATICO. «Tu devi sapere quello che non sai fare». CRITICO RIFLESSIVO. «Io sono contro tutto fino al momento in cui prendo una decisione. In quel caso, sono a favore. Mi sembra logico». E’ STATO UN GRANDE MA… ANCHE QUESTA COINCIDENZA E’ LOGICA!.

Una neomoderna Teoria della LiberAzione Umana deve ancora imparare ad acquisire concetti da Uomini come Cruyff, l’Olandese danzante, con la Testa alzata sul “movimento complessivo” dal baricentro tattico della sua visione strategica. Oltre le NEBBIE “de-strutturate” delle COLORATE sofisticherie postmoderniste diversamente liquide e regolarmente CONTRO-RI-Evoluzionarie. Il Pensiero borghese &derivati > è un cadavere che trascina i piedi in campo, drogato di miliardi quanto i “fenomeni circensi” che “fanno la differenza” nel delirio dell’individualismo senza comunità, nell’accecamento razzista della tifoseria “ultras” e nella passività pantofolaia del telepubblico pagante. In questo Mondo Capovolto giunto ai Tempi Supplementari nell’urgenza che “qualcosa deve succedere prima che succeda altro”. E anche questa conseguenza è Logica. CRUYFF E’ MORTO ALCUNE ORE FA. Questo è un necrologio.

Hendrik Johannes “Johan” Cruijff

RI-EVOLUZIONARIO DI PROFESSIONE

(Amsterdam, 25 aprile 1947 – Barcellona, 24 marzo 2016)

R.I.P.

CASTELLO FEDERICO CT

 

IL TRAGICOMICO DELLE ZONE PARTICOLARI

A Fabio d’Alessandro-

Cittadino di Niscemi- NO MUOStro cum grano salis.

Un vero Cinghiale nel Bosco.

20160515_170400

Niscemi, 15 Maggio 2016. Per la Vita contro i MUOStri della Guerra.

NISCEMI, 22/5/2016.-“Pomeriggio mi ha fermato l’esercito. Un’ora di controlli nonostante con me ci fosse una coppia con un bimbo di sei mesi. Ora mi ha rifermato l’esercito. Ancora controlli. Oggi ho perso un’ora della mia vita per controlli di sbirri e militari. Chiedetemi perché ce l’ho tanto con loro” –
Fabio d’Alessandro. (Comitato NO MUOS-Niscemi)

FABIO ERA IN CONTRADA ULMO -SULLA STRADA PUBBLICA, C’E’ UNA RISERVA NATURALE, NON SOLO IL MUOStro. LA CHIUDERANNO LA STRADA? LA BRUCERANNO LA SUGHERETA? INTANTO E’ MILITARIZZATA TRICOLORATA –AMERICANI NON SE NE VEDONO FUORI DAL RECINTO!-.
ESERCITO, POLIZIA, SERVIZI VARI: IL CONTROLLO CI PUO’ STARE, MA IL FERMO DE FACTO NO. SULLA TRAZZERA SBAGLIATA, CARI AMICI MILITARI, CI SIETE VOI!. E SICCOME –CI SA- CHE DOVREMO CONVIVERE PER MOLTO TEMPO ANCORA, NOI CONTRO UN INVASORE E VOI A DIFENDERLO…PATTI CHIARI E AMICIZIA CON SALUTI, CHE TANTO –STA STORIA PARTICOLARE-NON DIPENDE DA NOI.
CACCIARE VIA LA GENTE DA CONTRADA ULMO E’ ILLEGALE. INFATTI AL NOSTRO FABIO GLI HANNO BALBETTATO: “LEI NON PUO’ PASSARE…EHM…UMH…CHE’ QUI…QUI, CIOE’, E’ UNA ZONA PARTICOLARE!”. MA ALMENO IMPARATE A PARLARE!. MEGLIO I MARINES, ALMENO -quando non si ubriacano e non buttano bombe-CANTANO GOSPEL.
<<Una zona particolare>>. -L’ho cercato sul codice della strada- sul codice civile- sul codice penale- sul codice fiscale- sul codice a barre del formaggino – una “zona particolare”: ecco, ora l’ho capito: è U PASSIATURI a Catania. Ci sono le BOTTANE. E ci vanno macari i MARINES quando invece di fare i MARINES fanno le persone normali. Anzi…particolari. Nei particolari si nasconde il Diavolo.
Una zona particolare: scoperto il PUNTO G del MUOStro. Facciamolo godere, miskinu.
Domenica veniamo al PASSIATURI di Contrada ULMO. A passiare a CASA NOSTRA. Siamo in una ZONA PARTICOLARE. Si chiama SICILIA. CORTESEMENTE, CARO MILITARE, PRIMA DI SPARARCI, INFORMATI. IN MODO PARTICOLARE. PERCHE’ LA GUERRA E’ BRUTTA, MA LA VOSTRA IGNORANZA E’ PERFINO PIU’ PARTICOLARMENTE INQUIETANTE. Noi veniamo e voi –se volete- ci fate compagnia, tanto ormai amici siamo. Un’amicizia particolare.
@TERRAELIBERAZIONE-NO MUOStro! -(MDM-SDS)

Italy Obit Pannella

A Frank-Filippo-Tom Mancuso e altri.

da Face Book TERRAELIBERAZIONE- 22-5-2016.

A proposito delle nostre opinioni varie su Marco Pannella.

NIENTE TIFOSERIE-RAGIONARE E’ IL CONTRARIO DI TIFARE.-

PANNELLA HA POSTO PROBLEMI VERI CHE TROPPI FACEVANO FINTA DI NON VEDERE. Tanto basterebbe -di questi tempi- per pacare i giudizi -il mio è in prevalenza NEGATIVO- e ringraziarlo. 

I PROBLEMI CHE PONEVA NON LI HA INVENTATI, C’ERANO. –
QUANTO ALLE SOLUZIONI…OGNUNO PROPONEVA LE SUE.
PANNELLA AVEVA LE SUE- A VOLTE GIUSTE-ALTRE MENO-IN ALCUNI CASI SBAGLIATE…SE NE POTREBBE FARE UN ELENCO TELEFONICO.

L’HO CONOSCIUTO. ERA INCAZZUSU E AFFETTUOSO, NON ERA IPOCRITA: ERA CONVINTO- TROPPO E COMUNQUE.
ABBIAMO AVUTO -NEL 1988, A CATANIA- UNA SCINTILLATA POLEMICA- SULLA REALTA’ PERVASIVA E NEFASTA DELLA MASSONERIA -QUELLA CATANESE- E SULLA SOTTOVALUTAZIONE DEL TRASFORMISMO PARA-MASSONICO NELL’ANALISI CHE sorreggeva IL “TENTATIVO RADICALE” DI SCARDINARE GLI ASSETTI DI POTERE NELLA “METROPOLI-LABORATORIO DEL SUD”: CATANIA FU QUESTO ALLA FINE DEGLI ANNI 80.

E LUI QUESTO LO AVEVA CAPITO (E’ INCREDIBILE: POCHI CAPIVANO). RIMASE A CATANIA PER MOLTI MESI. SI VEDEVA IN GIRO, QUASI OGNI GIORNO. SEMPRE AFFETTUOSO: UN CICLONE. ECCO, ERA UN CICLONE.-MA FU USATO -IN QUALCHE MODO- DAI RAMPANTI DI QUEGLI AMBIENTI OMBROSI, O NE FURONO SOLO MIRACOLATI, NON LO SO: BIANCO NE E’ IL PRODOTTO, CHIARO?- BIANCO E’ IL FASCISMO SOFISTICATO E COLONIALE IN QUESTA CITTA’-MA LO E’ APERTAMENTE E A MODO SUO-MA CHE NE SAPEVA PANNELLA DI STI SODDI FAUSI?-“QUI SCIVOLI SUL SAPONE E TI ROMPI IL COLLO!”. E SI SECCO’!. -AVEVAMO RAGIONE NOI. PURTROPPO.

SI E’ INCAZZATO PERCHE’ LO AVEVAMO SCRITTO -IN TERMINI ANALITICI- CHIARO E TONDO IN UN DOCUMENTO DI TERRAELIBERAZIONE A LARGA DIFFUSIONE-“LA METROPOLI COLONIALE…NE’ STATO-NE’ MAFIA!-” (cito a memoria).

PANNELLA, MAI PIU’ RIVISTO DA ALLORA.

-MA NEL 1977 C’ERA SOLO LUI -FUORI DAI NOSTRI GIRI- A DIFENDERCI. E NON SI TRATTA SEMPLICEMENTE DI UN DETTAGLIO: GLI ARRESTI DI MASSA ERANO NELL’ARIA, E CI FURONO. -OLTRE 10.000 ARRESTI CI FURONO. E DECINE DI MORTI. I FERMI DI POLIZIA ERANO SEQUESTRI DI PERSONA- TI CHIUDEVANO IN CELLA E BASTA. ACCUDDHI. NON SAPEVI NULLA NE’ ALTRI SAPEVANO UN CAZZO. CHIARO?. LA VIGILANZA RECIPROCA -TRA DI NOI- ERA TOTALE (E AVEVAMO 17-18 ANNI).NON SI TRATTA SEMPLICEMENTE DI UN DETTAGLIO: IO SONO GRATO A GIACINTO MARCO PANNELLA, FOSSE SOLO PER QUESTO. MI BASTA.

MA ERA UN ALTRO PARTITO RADICALE, QUELLO- CREDO CE NE SIANO STATI ALMENO TRE.

QUANTO AL DIVORZIO: COSA SI PROPONE, LA SUA ABOLIZIONE?. E ALLA MARIUANA? VA LEGALIZZATA SUBITO. POI, SE UN CAMIONISTA FUMA E SBANDA CHE CAZZO C’ENTRA…PERCHE’, STASERA, UNA TONNELLATA DI ROBA VARIA A CATANIA CU SA STA SUCANNU?. UNA CITTA’ DROGATA, NESSUN AMBIENTE ESCLUSO. E FANNO I PROIBIZIONISTI A FAVORE DELLA MAFIA.

ED E’ COLPA DELLA LEGGE FORTUNA-PANNELLA SE DUE DIVORZIANO?
E L’ABORTO? E’ COLPA DI UNA LEGGE…L’ABORTO E’ QUASI SPARITO GRAZIE ALLA LEGGE CHE LO HA TIRATO FUORI DAL BUIO DELLA CLANDESTITA’: QUELLA DELLE MAMMANE CHE MASSACRAVANO LE DONNE PROLETARIE E QUELLA DELLE CLINICHE PER DONNE RICCHE- CHE CI POSSIAMO FARE SE LA CHIESA E’ CONTRO I PRESERVATIVI E SE U PILU E’ U PILU?. –

SULL’EMBRIONE INVECE ABBIAMO PRESO UNA POSIZIONE DI DIFESA INTRANSIGENTE, DICHIARANDONE PERFINO L’INDIPENDENZA!-

IL PARTITO RADICALE ATTUALE E’ UNA FLAG DEL MONDIALISMO OCCIDENTALISTA FANATICO…LA BONINO E’ UNA ENTITA’ NERA.-

MA FORSE LA STORIA DEL “RADICALISMO LIBERALE E AZIONISTA” IN ITALIA E’ FINITA CON PANNELLA. NON LASCIA EREDI, A MENO CHE NON LI SI VOGLIA CERCARE IN QUELLA PALUDE MENTALE DEL GRILLISMO…MI PARE TEMPO PERSO. -E’ UN FILONE CULTURALE CHE FINISCE CON PANNELLA (E FORSE SCALFARI).- HANNO FATTO ANCHE DANNO. MA HANNO FATTO.

IL RADICALISMO LIBERALE-AZIONISTA. DI QUESTO DOBBIAMO PARLARE. NON DI PANNELLA. LE FORZE MENTALI CONTANO, NELLE ANALISI SOFISTICATE, NON GLI UOMINI CHE LE INCARNANO, PER QUANTO GRANDI ESSI SIANO. E PANNELLA GRANDE LO E’ STATO. TANTO DI CAPPELLO, AMICO-NEMICO!.

MARIO DI MAURO.

schillaci

Discussioni FaceBook TERRAELIBERAZIONE

IL CALCIO E’ UNA COSA SERIA.
E’ ANCHE UNA GRANDE INDUSTRIA (IN ITALIA è la QUINTA +o-)
IL CALCIO è anche L’UNICA RELIGIONE UNIFICATA che L’UMANITA’ ABBIA MAI PRODOTTO.
IL CALCIO E’ INTELLIGENZA-CORAGGIO-CREATIVITA’. E PEDATE, TANTE PEDATE: che prima o poi ti rompi qualcosa, e te lo ricorderai per tutta la vita, come quel gol di testa all’ultimo minuto (anche se fu per sbaglio: incrocio dei pali, al 90°. vittoria rubata-vale il doppio!).

Mirko Stefio (che ha due disgrazie: è dirigente di TERRAELIBERAZIONE e conosce bene il CONI essendone stato dirigente “nazionale”)-COMMENTA LA PARTITA VINTA dall’ITAGLIA sul BELGIO.

Scrive Mirko: “Pessimu!-ABBIAMO PERSO 2-0!”.

NO! U BEGGIU PERSI!.Ecco il Vantaggio del non avere una NAZIONALE SICILIANA! Semu IMBATTIBILI!.
Su questo TUTTI gli INDIPENDENTISTI semu d’accordu. Santo Trovato farà una verifica!. Si chiama: “Forza Sicilia!”, la NAZIONALE FANTASMA che non perde mai!.La squadra più IMBATTIBILE nella STORIA del CALCIO MONDIALE. Ma quale Brasile di Pelè, mancu i viremu!.

-Altri CI SUGGERISCONO CHE DOBBIAMO METTERE LE BOMBE, sennò siamo solo parolai che vogliono un seggio al parlamento!-CARA AMICA, “TERRORISTA-HOOLIGANS”-noi NON METTIAMO BOMBE-In Sicilia ce ne sono già abbastanza: e non sono ripiene alla crema.

E non cerchiamo seggiolini in parlamento: anzi, manco votiamo-tranne quando proprio ci serve (VOTO di AUTO-SCAMBIO)/.

Cara AMICA “TERRORISTA-HOOLIGANS”-Vieni con TerraeLiberAzione-a fare RICERCA SCIENTIFICA-e Lavoro Politico: al porto-all’aeroporto-nelle industrie elettroniche e farmaceutiche- nelle campagne, nei paesi DISPERATI, nelle periferie “mafiose” delle metropoli…E nelle metropoli europee della nostra emigrazione: a Berlino, Londra, Milano…E VEDI CHE FACCIAMO. – LE BOMBE BUTTALE TU-SE VUOI: QUI DOVREMMO AMMAZZARE PURE NOI STESSI!-.
LA RI-EVOLUZIONE E’ UN’ALTRA COSA. -E’ LA VITA QUOTIDIANA CHE DIFENDIAMO -INTANTO NELLA R/ESISTENZA ORGANIZZATA.- CIAO.

***

Non posso TIFARE per quest’ITALIA.

L’IDEOLOGIA ITALIANA è fatta e strafatta di PALLONE&MENZOGNE.

Non posso TIFARE per quest’ITALIA.

Semmai mi turo il naso e tifo Belgio come ABBIAMO TIFATO COSTARICA ai MONDIALI (CON FESTA FINALE DURATA 3 GIORNI!).

Non è facile essere SICILIANI INDIPENDENTISTI.

Devi ripensare tutto ogni giorno, vigilare sulle COSE, nessuno ti insegna NULLA. E’ un Cammino nella Vita…che ha i suoi costi.

Tifare contro…O me ne frego e mi godo la partita-PIZZA&BIRRA+RuttoLibero.

A prescindere: l’Amore per il Calcio prevale su tutto -e purtroppo sono ULTRAS rossazzurro (malato irrecuperabile)-

Il Calcio -tormentato e corrotto, ma anche onesto e imprevedibile- è l’ULTIMA VERA RELIGIONE dell’UMANITA’. Ditemi pure che è OPPIO dei POPOLI. Ma si dica anche che è OPPIO divertente, non privo di grandi momenti di ARTE e CREATIVITA’.

Del tutto neoanalfabeta è l’80 dei “siciliani”-le immagini sono l’unica informazione che recepiscono- e le immagini sono più sradicanti e performanti di qualunque scuola e letteratura!- I “siciliani” sono tricolorati a base di pallone e televisione- manco la scuola serve più a sradicarli…Mi dispiace e mi addolora ma ho eliminato la stessa nozione-definizione di Popolo Siciliano negli articoli e saggi ai quali sto lavorando. La trovo imbarazzante. La scelta è radicale: il DEMOS è una cosa, il POPOLO è altra cosa. (…)

UNA NAZIONALE SICILIANA -non solo di calcio- PRIMA O POI LA FAREMO.-SICILIA INDIPENDENTE!

Col SEGGIO al CIO-L’ONU delle Olimpiadi.

FORZA SICILIA!

Ad Maiora.

NELLA FOTO: TOTO’-Uno di NOI.

 husky

La Caccia al Cinghiale

Dalla Tragedia alla Farsa, nella demenza senile del Tempo n/europeo, la Corte Marziale sentenziò: “si apra la caccia al cinghiale!”. Dalla Guerra di Troja alla Guerra dei Trojan.

Ministero della Verità. Gli ordini che ora cominciavano a provenire dai teleschermi, richiamando tutti ai loro posti, erano pressochè superflui. Documenti di ogni genere e grado, giornali, libri, film, colonne sonore, fotografie…tutto doveva essere corretto a velocità supersonica. Anche se non venne emanata alcuna direttiva in proposito, fu noto a tutti che il Grande Fratello e i responsabili dell’Archivio esigevano che nel giro di una settimana sparisse qualsiasi riferimento alla guerra con l’Eurasia e all’alleanza con l’Estasia. All’Archivio tutti lavoravano diciotto ore al giorno…

(Orwell-1984)

Agamennone, preparandosi al ritorno in battaglia, ordina all’araldo Taltibio di procurare un cinghiale, e non il solito torello, da sacrificare al Sole e a Zeus (Deus, God, Allah, Manitù…fai tu).

Ecco, il cinghiale: animale intelligente, ribelle, selvatico, incontrollados. Achille, scaricata ormai l’Ira funesta, avvilito dalla morte del suo Patroclo, aizzato da una folla di Dei e parenti vari, meravigliosamente riarmato da Efesto, vien chiamato, intanto, a macelleria.

Oggi cinghiale, venerdì trippa…Ne taglia prima i peli che vengono stranamente dispersi al vento…ma la vittima sacrificale non vien consumata al rancio, finendo gettata in mare, a sfamare l’orcaferone, a marcire…(Iliade, XIX). Oggi sarebbe: macellazione abusiva e smaltimento illegale; vabbè, non c’è più religione, sostituita fu, e da cosmetica e da sbiancamento, nelle nebbie della guerra, nelle paludi della pace, “nelle auto prese a rate”… Accuddhì fu.

Perché il Cinghiale, il Ribelle, e non il solito torello d’allevamento, che nasce già marchiato nel suo destino segnato?. A quale Dio viene sacrificato, in attesa del cavallo di legno…

I Trojan –“e gli altri programmi spia di pc, tablet, smartphone e di tutti i dispositivi sempre più usati nelle nostre case, ma sempre più comuni anche all’armamentario dei jihadisti”, sono rispettosi della Costituzione?. Si. Anche di quella…”ateniese”. L’imperialismo non è nato ieri. La mitica guerra omerica fu combattuta per il controllo dei Dardanelli, del Bosforo, dell’Ellesponto. Troja era una capitale regionale dell’impero ittita. Gli alleati –spinti dalla miseria delle riarse terregreche- volevano il monopolio dei traffici nel Mar Nero, in Colchide. E se lo presero. Al tempo della guerra eroica, quando gli uomini dialogavano con gli Dei, e sacralizzavano il sangue versato. Anche il sangue del Nemico. Ma ci dispiace per il cinghiale.

Nella sofisticazione della Realtà capovolta il demenziale “ribelle colorato” devoto al Califfo anglo-amerikano –che inscena sgozzamenti sacrificali in video hollywoodiani per lo spaccio occidentale- diventa alibi e spada parodistica nello scannamento del Cinghiale. Il ribelle vero, il dissidente, l’incontrollados. L’Uomo Libero, o quel che ne può rimanere, fosse pure una dissonanza cognitiva che risale dalla memoria genetica a dischiudere la purezza di cosmogonici giorni vissuti in altre vite che ci portiamo dentro, camminano con noi: interferenze, lampi nella Notte, echi di fuochi accesi in chissà quale bivacco e chissà quando.

Non c’è più nessun Patroclo da vendicare, ma c’è sempre una Troja da bruciare. Un altro cambio di quinte sull’invariante scena tragica dello Spettacolo del Potere, nella recita del barbaro Caos per ristabilire il suo civile Ordine. Ma il cavallo è drogato e la corsa truccata.

Le Stragette n/europee di Parigi e Bruxelles sono Cavallo di Troja di ben più sofisticate “guerre segrete”, o del tutto, una conseguenza prevista della Politiguerra scatenata ormai da 25 anni dall’Alleanza Blasfema euro-atlantista e arabo-taqfirita. La lunga soap comincia con la prima Guerra del Golfo, nel tentativo di prendersi tutto dopo il crollo dell’Unione Sovietica e di prendere Tempo sull’irruzione travolgente delle potenze asiatiche.

Nella banalità asimmetrica del nuovo copione,  tra uno “stato canaglia” da martirizzare e un network terrorista da allevare in serra, dal capolavoro autoprodotto l’11 Settembre 2001 si arriva alle recenti Stragette n/europee. In attesa della “campagna d’estate” sulle psyco-beach da terrorizzare a colpi di ciabatte devote al Califfo, di kamikaze jihadisti travestiti da ambulanti senegalesi: vu cumprà? Bum!. E lo spettacolo, nella banalità asimmetrica del copione, è servito.

E’ una soap del terrore in colorate pillole: valium all’annichilito stravaccato sul divano; anfetamina alla milf a dieta vegana sotto l’ombrellone, viagra alle tifoserie ultras di “pubbliche opinioni” che andrebbero abolite per Legge, con tutto il circo di sondaggisti, esperti di marketing e cosmetica, opinionisti e giornalisti embedded. E soprattutto –da internare in un CARA senza documenti- gli intellettuali indignati per la violazione del sacro diritto alla privacy e alla libertà di pensiero e bla bla bla.

Da circa un secolo non producono un Pensiero che sia uno, anche mezzo, uno straccio col quale lavare almeno i vetri della finestra sul cortile. Metteteli a tacere gli intellettuali democratici dei salotti televisivi: in particolare tutti.

Meno fumo, più arrosto. Di cinghiale, ‘nvero?. Ma prima lo dovete catturare, e non ne siete capaci: avete bisogno di tanto fumo che neanche tutti i pusher del vostro spettacolo ne hanno mai spacciato in cotante quantità, magari tagliate con la polvere di marmo o con le ceneri delle vostre guerre umanitarie in caritatevole esportazione di democratiche libertà. Siete falliti, claros?. Ma almeno i vostri intellettuali democratici e indignados…Per Legge. Questa si che sarebbe sacrosanta. Né protesterebbe nessuno. Non saprebbero come fare, nessuno glielo spiegò mai. Fatelo. E poi…cameriere, champagne!. E le bottiglie vuote? . Serviranno, non si butta niente.

“L’ISIS sulle spiagge italiane!”. Lo scrive il Giornale di Famiglia B., lo rilancia anche la tedesca Bild. E’ uno spot turistico. Il mare fa male, tutti in Montagna!. E via libera ai virus Trojan “e a tutti gli altri programmi spia di pc, tablet, smartphone e di tutti i dispositivi sempre più usati nelle nostre case, ma sempre più comuni anche all’armamentario dei jihadisti”. Tantè, li vendono pure sulle spiagge alle femminote desnude: vu cumprà, Trojan?.

I FRUTTI MARCI DELLA POLITIGUERRA IMPERIALISTA -COI SUOI “RIBELLI COLORATI” E FOREIGN FIGHTERS IN VACANZA PREMIO- CI REGALANO I SEMI AVVELENATI DEL RAZZISMO E DELLA DEMOKRATURA N/EUROPEA. NEL TEATRINO ITALIDIOTA VA IN SCENA UN NUOVO IMPERDIBILE EPISODIO.

21 aprile 2016. A Roma è Natale, ma l’evento non passerà alla storia dell’Urbe che si ritenne eterna nel secolo degli Antonini. Come passa il tempo!. Niente dura per sempre, sentenziò don Nitto Santapaola, un altro Cacciatore di Cinghiali (a proposito, visto che il tempo ce l’ha, di Pasolini ha letto mai qualcosa?).

Di palo in frasca, come il Cinghiale. “Dopo gli attentati terroristici che hanno sconvolto il cuore dell’Europa”… Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione si riuniranno a breve per RIVEDERE quelle tutele costituzionali che vanno sotto il nome di privacy… In breve: i Trojan e gli altri programmi spia di pc, tablet, smartphone e di tutti i dispositivi sempre più usati nelle nostre case, “ma sempre più comuni anche all’armamentario dei jihadisti”, sono rispettosi della Costituzione?. Ovvero, se la loro utilità nello spionaggio dei cittadini è sacrificabile al “diritto alla privacy” del buon borghese terrorizzato solo all’idea di essere scoperto nei suoi vizi privati e nel suo interessato traffico di influenze. Detto meglio: è giunto il tempo di legalizzare lo spionaggio di massa, il monitoraggio di milioni di Vite, 24 H?. Se non ora, quando?.

Il Grande Fratello di Orwell “finalmente legalizzato”, nella democratura italidiota n/europea, a favore delle sue “sorti magnifiche e progressive”: elettorali e referendarie, nella conta idiota delle schede, nello spaccio spettacolare di Libertà inesistenti e di illusioni paralizzanti.

“Il governo è il comitato d’affari della borghesia”, al tempo degli ingorghi nel Traffico di Influenze e dei Pupi, inscenati “buoni e cattivi”, dialetticamente manovrati “leading from behind”: da dietro (davanti, di sopra e di sotto) a favore di tifoserie accecate dall’odio o dal pietismo, e del piccolo esercito mercenario di sondaggisti e addetti vari alla cosmetica dello spettacolo più bello del mondo: la Demokratura, che ha tutti i difetti della maggioranza, e neanche una delle qualità che certo albergano nell’umana follia del peggior dittatore.

E’ TUTTO PIANIFICATO?. CHE IMPORTA?. “Abbiamo la libertà di pensiero?. Che bello!. Ora però ci servirebbe un Pensiero!”. Karl Krause, l’aforista viennese, aveva colto, nel suo albeggiare, l’essenza del Novecento, un Secolo che però “il problema” dell’elaborazione di un Pensiero su sé stesso e sull’Avvenire- in principio se lo pose. Al di là del Bene e del Male.

Ma il Pensiero sociale è il prodotto di Domande radicali e diffuse. Non se ne vede traccia, né, al momento, se ne prevede l’apparizione, neanche a Medjugorie. E’ un Segno dei Tempi?. Si.

E’ l’Epoca dell’Imperialismo, che non è uno Stato, né una “coalizione volenterosa”, né una Spectre di bankieri e tycoons. L’Imperialismo è un Tempo di Sradicamento, scandito da cicli di accumulazione ed espansione, e da un regolatore fisiologico: la Guerra, il “secondo motore” della Storia nell’Epoca dell’Imperialismo: la distruzione del Tempo stesso incorporato nella forma-merce e nella forma-uomo “prodotti in sovra-numero”: scarti di Tempo.

Il Tempo che divorando sé stesso, nell’Imperialismo “fase senile del capitalismo”, divora la Memoria e “la fantasia dei popoli che non viene dalle stelle”: ma neanche dalle stalle”. La Memoria arcaica: il terreno di radicamento di un qualunque Pensiero autentico. Radici profonde per l’Albero dei Mondi. L’Albero di Trinakria, come Via nella conoscenza del Bene, se si può, ma sarebbe tanto anche la sola conoscenza del Male.

La fase senile è il Tempo della Demenza. La Bestia ha una sua geografia: è un’Hydra di Lerna dalle Nove Teste: gliene tagli una, ne ricrescono due. Ercole ci faticò non poco, che ancora se ne parla.

La testa n/europea fu la prima a sbucare dalle malfamate e denigrate “tenebre medievali”. Le sue Forze Mentali hanno creato lo Spettacolo vestfaliano e neoimperiale dell’Era Moderna, che poi è il titolo maltradotto dello show più bello di tutti i Tempi: “Il Grande Sradicamento”. Da cosa? Dal nomos della Terra.

La testolina n/europea ha l’Alzheimer, è paranoica, accecata: le sue Forze Mentali creano caos nelle nebbie spettacolari: è il Tempo dell’accecamento di massa e della demenza senile. Le forze Mentali n/europee, impasticcate di tanto in tanto con allucinogeni atlantisti, dalla sua riuscita proiezione giovanile d’Oltreoceano.

LE “OPINIONI PUBBLICHE” SI FABBRICANO. I DISSIDENTI SI SPIANO, SI ISOLANO, SI ELIMINANO. IL GRANDE FRATELLO FINIRA’ PER SPIARE ANCHE SE’ STESSO E SCOPRIRSI PER QUELLO CHE E’: UNA BESTIA IDIOTA CHE NON SOPPORTA L’INTELLIGENZA E LA LIBERTA’ DELL’UOMO AUTENTICO.

Per secoli hanno sradicato popoli e “unificato mercati”: a senso unico. L’occidentalizzazione del mondo è cosa fatta: non si badò a spese per catechizzare e civilizzare i barbari. Il Toro –seduto o meno- venne preso per le corna…

Dalla tragedia alla farsa, un ciclo lungo va a chiudersi: la caccia al cinghiale, dalla Guerra di Troja alla Guerra dei Trojan. In realtà è solo archeologia: no, non l’epica omerica, quella resta attuale. E’ roba vecchia l’armamentario su cui è chiamata a sentenziare –manco fosse la Pizia di Delfi- l’ermellinata Corte. E nessuno mai che protesti…in difesa degli Ermellini sacrificati in mattatoio: sugli Altari di non si ricorda più quali funesti demiurghi. Animalisti, sveglia!. Restiamo solo noi, ormai: all’opposizione!. Noi e gli Alberi Sacri. L’Albero di Trinakria mi fu caro…Molto caro.

@TERRAELIBERAZIONE-INTERFERENZE. Mario Di Mauro.

 

 

 

“PRONTO, CHI PARLA?. LA CIA!”

Che siamo monitorati dalla rete di spionaggio statunitense non ci sorprende…

La Sicilia è peggio di Portorico?. Non abbiamo paura, ma la prudenza è d’obbligo.

29 febbraio 2016, alle 3.34 della notte CI CHIAMANO A CASA DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485 – VOCE AMERICANA –Il “capitano Sullivan” ha parlato per una decina di secondi, con tono arraggiato alla Full Metal Jacket, come nel video di Davide Kio!. Da una abile e immediata verifica, in pochi minuti, RISALIAMO alla Testa dell’Acqua: servizi di intelligence e strutture militari USA (in un tabulato connesso appaiono anche i vari Muos). In piena notte, con grande tranquillità, attiviamo la nostra piccola e collaudata “unità di crisi”: non si sa mai!. “Sveglia, telefonau ‘a CIA!”. L’Avvocato: “Avanti tutta, verso…Guantanamo!”. La più “simpatica” però è questa: Code Chapter 115. Che siamo monitorati dalla rete di spionaggio statunitense non ci sorprende. Certo, va detto, sono stati leali: non si sono camuffati. Siamo classificati nella categoria TREASON, SEDITION, AND SUBVERSIVE ACTIVITIES?. La Sicilia è peggio di Portorico?. Non abbiamo paura, ma la prudenza è d’obbligo. Siamo quasi soli. Stranieri a casa nostra. Hanno avuto paura i deputati –di tutti gli schieramenti- che abbiamo avuto cura di informare… Ma abbiamo ricevuto tanta solidarietà concreta. Inclusa un’offerta di protezione diplomatica.

La telefonata è arrivata a pochi minuti dalla pubblicazione di un piccolo post FB di lancio per l’uscita di un nostro documento su un tema che studiamo da 11 anni: oltre la propaganda eco-catastrofista hollywoodiana dell’IPCC sui falsi “cambiamenti climatici”, privi di qualunque Equazione, si intravede la ben più seria Geo-Ingegneria che propone da decenni ricerche avanzate per la realizzazione concreta dei veri “cambiamenti climatici” nella Meteoguerra prossima ventura.

“Fulmini e Tempeste nelle Nebbie della Meteoguerra e della sua Geo-Ingegneria. Lo spettacolo lo hanno “programmato” fin dal 1996 guardando lontano, al 2025. Stanno completando il lavoro?”.

Nulla di più. Diverse potenze ci lavorano, ma le fonti utilizzate per la ricerca sono quasi tutte del Pentagono e vengono riportate perfino con qualche apprezzamento per il rigore e la prudenza con cui la materia viene trattata.

Il 29 febbraio, alle 3.34. CI CHIAMANO DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485, la piccola comunità siciliana TERRAELIBERAZIONE ha ricevuto il più grande riconoscimento della sua lunga Storia. La cosa, a suo modo, ci onora, ci sorprende, ci invita a ripensare meglio la funzione storica di TERRAELIBERAZIONE in questa SiciliAfrica italiana, un’Isola contesa nel Mondo in rivolgimento del Secolo XXI. Chi vede lontano lo sa.

Caminamu addhitta, senza curriri. Per la cronaca: non abbiamo “fatto denuncia”. Una inutile perdita di tempo, per noi e per gli altri. “Anche Dio vede cadere il passero, ma neanche Dio può farci nulla”. Non ce lo vediamo proprio Angelino Alfano a chiedere conto all’Ambasciata americana…Ci difendiamo da soli. Amen.          

@LA COMUNITA’ SICILIANA “TERRAELIBERAZIONE”.

 

All’ON. CLAUDIO FAVA.

A PROPOSITO DEL “WORD PRESS FREEDOM DAY” E DELLE MINACCE AMERIKANE CONTRO LA REDAZIONE DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE”.

husky

LIBERTA’ DI STAMPA

PER RAGIONI DI SICUREZZA PERSONALE DEI SUOI REDATTORI IL NUMERO DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE” –CON DATA EDITORIALE “APRILE 2016”- INCENTRATO SUL TEMA: “Fulmini e Tempeste nelle Nebbie della Meteoguerra e della sua Geo-Ingegneria”. NON USCIRA’.

L’on. Fava, che conosciamo da 30 anni, è vicepresidente della Commissione Antimafia e coordinatore del Comitato che si occupa di mafia e informazione. E’ uno dei 6 deputati –di ogni schieramento- che sono stati direttamente informati di quanto accaduto alla redazione di TERRAELIBERAZIONE, nella sua Catania: alle ore 3.34 del 29 Febbraio 2016. E’ stato informato con lettera riservata consegnata brevi manu da comuni e fidati amici. Non ci ha ancora degnati di Risposta. Punto.

GESU NO T

OGGI, 3/5/2016. Word Press Freedom Day, la Giornata Mondiale della Libertà di Stampa indetta dall’Unesco. Tante iniziative pubbliche in memoria dei giornalisti uccisi e a sostegno dei cronisti minacciati in Italia a causa del loro lavoro. Ventotto giornalisti uccisi in Italia, 2800 minacciati, almeno 15 che vivono sotto scorta; 1410 giornalisti uccisi nel mondo: la libertà di informazione è sotto attacco ovunque.

Ed è bene “urlarlo dai tetti”. (Vangelo secondo Matteo).

“L’Italia è il Paese dell’Europa in cui è più a rischio chi fa il giornalista – ha detto in una conferenza stampa alla Camera Claudio Fava (SI)- e non ci sono solo le minacce fisiche e verbali ma anche le querele temerarie, fatte o minacciate, oltre alla situazione di precarietà professionale, sempre più diffusa”. Sottoscriviamo.

L’on. Fava ha tempo per rimediare, noi andiamo avanti lo stesso, sulle strade della Verità Siciliana nel Mondo del Secolo XXI.

Quanto all’Art.21 della Costituzione, ne “apprezziamo” la buona volontà che ci misero i “padri costituenti” e l’ipocrisia delle Forze Mentali che dominano quel circo massmediale più inquietante del Mondo, che ha accompagnato il cammino dei popoli risorgimentati anche in questi 70 anni di italietta paese di merda: ipocrisia che il Fascismo almeno non ebbe.

“Quest’Italia, nata sgorbia nel 1860 e pasciuta al libero pascolo in un immane spreco di intelligenze, memorie e paesaggi meravigliosi”.(M. Di Mauro) 

Nell’italietta dello “spettacolo massomafioso tosco-padano” la LIBERTA’ DI INFORMAZIONE resterà comunque un privilegio per ricchi. “Anche Dio vede cadere il passero, ma neanche Dio può farci niente” (J.Steinbeck)

Ma che noi poveri produttori di INFORMAZIONE INDIPENDENTE –non embedded- si debba essere perfino minacciati a casa nostra, di notte, da “Washington”, in questa “Sicilia peggio di Portorico”… NON LO ACCETTEREMO. Cosiccome ci inquieta l’OMERTA’ di chi una parola intelligente la dovrebbe dire, giacchè ne ha la possibilità e il talento.

TERRAELIBERAZIONE venne fondata ufficialmente il 5 GENNAIO 1985, dalla naturale evoluzione della sez. Peppino Impastato di Democrazia Proletaria (Ramacca CT: 1978-1984).

Accadde a Catania, dentro una mobilitazione imponente che ci vide in prima fila: in Memoria di un grande giornalista e scrittore che dirigeva una rivista normale che provava a raccontare una SiciliAfrica colonizzata e anormale.

Quell’Uomo, caro Claudio, Tu lo conosci meglio di tutti noi, perché cammina dentro di Te, ma ha insegnato tante cose anche ad altri. Noi siamo parte di questi Siciliani Altri.  Ciao.

 mario a palermo 

@TERRAELIBERAZIONE. Salvo Di Stefano.

LIBERTA’ DI STAMPA

PER RAGIONI DI SICUREZZA PERSONALE DEI SUOI REDATTORI IL NUMERO DEL MENSILE SICILIANO “TERRAELIBERAZIONE” –CON DATA EDITORIALE “APRILE 2016”- INCENTRATO SUL TEMA: “Fulmini e Tempeste nelle Nebbie della Meteoguerra e della sua Geo-Ingegneria”. NON USCIRA’.

Il motivo è presto detto: 29 febbraio 2016, alle 3.34 della notte CI CHIAMANO A CASA DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485 -VOCE AMERICANA– “Capitan Sullivan” ha parlato per una decina di secondi, con tono arraggiato alla Full Metal Jacket. Da una abile e immediata verifica, in pochi minuti, RISALIAMO alla Testa dell’Acqua: servizi di intelligence e strutture militari USA (in un tabulato connesso appaiono anche i vari MUOS). La più “simpatica” però è questa: Code Chapter 115. Che siamo monitorati dalla rete di spionaggio statunitense non ci sorprende. Certo, va detto, sono stati leali: non si sono camuffati. Siamo classificati nella categoria TREASON, SEDITION, AND SUBVERSIVE ACTIVITIES?.

La telefonata è arrivata dopo pochi minuti dalla pubblicazione di un post FB di lancio per l’uscita di TERRAELIBERAZIONE su un tema che studiamo da 12 anni: oltre la propaganda eco-catastrofista hollywoodiana dell’IPCC sui falsi “cambiamenti climatici”, privi di qualunque Equazione, si intravede la ben più seria Geo-Ingegneria che propone da decenni ricerche avanzate per la realizzazione concreta dei veri “cambiamenti climatici” nella Meteoguerra prossima ventura. Diverse potenze ci lavorano, ma le fonti utilizzate per la ricerca sono quasi tutte del Pentagono e vengono riportate perfino con qualche apprezzamento per il rigore e la prudenza con cui la materia viene trattata.

Il 29 febbraio 2016, alle 3.34. DAL NUMERO:  115 – 16 47 30 485, la piccola comunità siciliana TERRAELIBERAZIONE ha ricevuto il più grande e inatteso riconoscimento della sua lunga Storia. La cosa, a suo modo, ci onora, ci sorprende, ci invita a ripensare meglio la nostra “funzione sociale” in questa SiciliAfrica italiana, un’Isola contesa nel Mondo in rivolgimento del Secolo XXI. Accadranno molte cose. Meglio arrivarci in salute.

Questa partita finisce qui: 1-1. E’ già un miracolo, di cui ringraziamo solo la migliore tra noi: Sant’Ajita. E, in un certo senso, anche la “CIA”: a suo modo, è stata leale.

Lo diremo a Luttwak: di persona, capiterà.

20160308_174513 (1)

IL NUOVO NUMERO DI “TERRAELIBERAZIONE”

USCIRA’ GIORNO 15 MAGGIO.

A NISCEMI, CONTRO IL MUOS!

@TERRAELIBERAZIONE.

CANEPA FRASE

DICHIARAZIONE D’INDIPENDENZA

Io, embrione dell’Uomo, depositario della memoria genetica e proiezione della civiltà futura:

1. sono proprietario di me stesso;
2. la vita mi è stata data: è mia, e nessun diritto possono esercitare coloro che l’hanno provocata;
3. i miei genitori sono miei, mentre io non sono dei miei genitori;
4. i tecnici mi sono serviti: io non debbo servire loro;
5. rivendico il diritto al pieno sviluppo delle mie potenzialità, e pretendo il rispetto delle mie debolezze, arrogandomi il diritto di eventualmente suicidarmi quando e come riterrò opportuno;
6. indico nella ricerca delle cellule staminali tratte da cordone ombelicale la via più propizia alle nuove frontiere della medicina;
7. rifiuto il ruolo di cavia e di magazzino di cellule per l’industria eugenetica dei biopoteri dell’imperialismo e delle sue guerre: Farmaceutiche ed Eugenetiche.
8. denuncio il sotteso progetto di MERCIFICAZIONE e infine di selezione razziale e di controllo delle facoltà riproduttive su una umanità soggetta ad una sterilizzazione pianificata per mezzo di smog, elettrosmog, cibo adulterato, spettacolo mediatico rimbecillente ecc. nell’Epoca SENILE dell’Imperialismo e delle sue guerre: monetarie ed energetiche, militari e demografiche.
9. mi sottraggo ad ogni volontà di mercificazione della vita, giurando di combatterne ogni forma da oggi fino alla morte, amando il “prossimo” come me stesso.
10. chiamo ad una responsabile e permanente campagna astensionista perché io sono extraparlamentare e indipendentista.

SIMBOLO M33

@Febbraio 2005. La Conca Generale di “Terra e LiberAzione”.

(Sintesi operativa della nostra Risoluzione Strategica: “Sterilità e clonazione nel Tramonto dell’Occidente”. -Pubblicato sui nostri siti e sul nostro giornale N°2 2005).- Il lavoro di studio e confronto durò due mesi, coinvolse l’intera area di TerraeLiberAzione. Il gruppo di lavoro era animato da Alessandro Lattanzio, Placido Altimari, Mirko Stefio, Mario Di Mauro. E’ stata l’elaborazione più complicata in 30 di TerraeLiberAzione. Una conquista per l’autonomia strategica del nostro Cammino sul terreno della “R/esistenza Umana contro i Biopoteri”. Un vaccino durevole!.-La bozza di sintesi in 10 punti fu realizzata da P. Altimari. Quel lavoro ha dato e darà ancora grandi frutti. Semu Simenza!

VERRA’ RIPUBBLICATO -CON UNA SCHEDA DI AGGIORNAMENTO- SU UN PROSSIMO NUMERO DI “INTERFERENZE”

Umberto Veronesi: “Per una donna povera prestare il proprio utero a pagamento può essere l’occasione per migliorare sensibilmente il proprio tenore di vita, per aiutare i figli a pagare gli studi”.

Questi dementi riescono a mascariare, MERCIFICARE e infettare anche una tematica delicata, vasta, complessa…che va trattata con sapienza, modestia, ragionevolezza, senza  giochini parlamentari, né tifoserie contrapposte, una più ignorante dell’altra; senza Big Pharma a rubare DNA e Intelligenza scientifica per trasformali in brevetti e profitti, in CONTROLLO POLITICO SULLA VITA VIVENTE. E’ LA VERA SFIDA DELLA R/ESISTENZA UMANA DEL SECOLO XXI-.

SALVARSI DA QUESTO ABISSO E’ POSSIBILE…SOLO VIVENDO BENE IL PROPRIO ESSERCI, DOVE TI TROVI. E ALZANDO UNO SGUARDO PROFONDO, RADICALE, SULLE COSE DELLA VITA E DEL MONDO.- LA CULTURA E LA SOLIDARIETA’ TRA PERSONE, IL CAMINARI ADDHITTA!. @2016.TERRAELIBERAZIONE.

INTERFERENZE  1 copertina

INTERFERENZE 1/a

TIPOGRAFIA-TERRAELIBERAZIONE-MARZO-001 (1)viventi Vespri